3 Gennaio 2019

“Omofollia”, striscione di Forza Nuova sotto casa del sindaco

“Omofollia”, striscione di Forza Nuova sotto casa del sindaco

Il movimento di estrema destra critica Pizzarotti per avere sottoscritto l’atto di riconoscimento per quattro bambini di genitori dello stesso sesso


“Forza Nuova ha appeso questo striscione sotto casa mia, ora. Chiamano “omofollia” i diritti di quattro bambini ai quali ho sottoscritto l’atto di riconoscimento di genitori dello stesso sesso. Il diritto, cioè, di quattro bambini a vedersi riconoscere per legge gli stessi diritti di ogni altro bambino di questo mondo. Forza Nuova di “forte” ha solo il nome, per il resto è debole nei contenuti e composta da xenofobi. Non può nulla contro #Parma, perché la nostra era, è e resterà la città dei diritti. Chi ha delle idee e si riconosce nella democrazia si confronta a viso aperto, gli “altri” mettono gli striscioni e fanno scritte nella notte. #giudicatevivoi”

Il commento di Federico Pizzarotti su Facebook si riferisce allo striscione che Forza Nuova ha appeso sul cancello di fronte alla sua residenza privata. Un gesto cui ha fatto seguito il comunicato stampa giunto in redazione pochi minuti dopo l’una di notte:

“Grazie a Dio non siamo catto-comunisti liberali. E all’inizio del 2019 possiamo anche noi gridare al miracolo, anche a Parma, città sempre più alla deriva, i bimbi nascono da genitori dello stesso sesso, e pensare che sino a pochi anni fa, dalla nascita del genere umano, i bimbi venivano procreati da un uomo e una donna e non da un mammo e una mamma, le famiglie erano composte da un uomo, da una donna e dai loro figli, ed ora, dopo aver scansato Dio, dopo aver permesso che comunisti liberali e massoni entrassero nella Chiesa e nelle stato, le famiglie sono monosesso e i figli le derivazioni di provette. Il caro, ormai a ben pochi, Pizzarotti ha così sancito quattro atti di nascita per altrettante coppie di genitori dello stesso sesso e per lui la famiglia sussiste là dove esiste amore, strano modo di cercare di raccimolare i consensi di chi, come lui la pensa, peccato siano tutti piddiini e radical chic appartenenti ai centri sociali.
Non siamo certo qui per accusare o additare persone con deviazioni sessuali, piena libertà di esercitare il loro modo di essere ma, coinvolgere nuovi esseri, che saranno esseri infelici, esseri che
si chiederanno come mai i loro genitori sono due mamme o due papà, o che penseranno quando sapranno di essere la creazione di un laboratorio, di un utero in affitto, lo capisca Pizzarotti che non è ignoranza o bigottismo ma che quanto sta accadendo è l’inizio del declino, una cosa fuori ogni rigor di logica; i bambini hanno bisogno dell’equilibrio complementare che i due tipi di amore dei genitori forniscono, uomini e donne portano la diversità nella genitorialità, ciascuno da un contributo prezioso per la crescita e l’educazione dei figli. La figura dei padri e delle madri non può
certo essere intercambiabile, l’assenza di una delle due figure genera nel bambino l’impossibilità di sviluppare la propria identità psicologica e la propria identità sessuale.
I figli di coppie gay, come evidenziato da numerosi studi, sono tendenzialmente ad alto rischio di problemi psicosomatici, neuropsichiatrici e di depressione, e questo non è amore”.

Ufficio Stampa Forza Nuova Parma.
Dipartimento Femminile Evita Peron Emilia.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *