23 Febbraio 2016

Oltre 740mila euro di debito fuori bilancio per il Comune

Da / 4 anni fa / Città / Nessun commento
Oltre 740mila euro di debito fuori bilancio per il Comune

Perse due cause relative alla quantificazione dell’indennità di esproprio per terreni su cui sono state fatte opere pubbliche


Brutte notizie per il Comune. In Commissione consiliare Patrimonio, Partecipazioni, Interventi in campo economico e tributario, infatti, sono state discusse due cause perse dall’ente in Corte d’Appello a Bologna relative alla quantificazione dell’indennità di esproprio per terreni su cui sono state compiute opere pubbliche.

717.756 euro: questa la somma che il Comune è stato costretto a riconoscere a due ditte per aver loro espropriato il terreno su cui è stata in parte realizzata l’intersezione tra la tangenziale sud e la strada statale della Cisa. Eppure, nel 2004, il Comune aveva parlato di una cifra che si aggirava attorno ai 100 mila euro. Come è possibile che sia aumentata così tanto? Semplice, la valutazione del valore delle aree dipende dalla loro classificazione urbanistica: il Tribunale dunque, non ha considerato le aree esporpriate come terreni agricoli, bensì come edificabili. I periti del giudice hanno quindi stimato il valore del terreno in 758mila euro, a cui si aggiungono gli interessi legali, per un totale di ben 886mila euro da versare alle ditte (Alpa Leasing srl e La Spezia 158 srl). Il debito fuori bilancio però, ammonta a 717.756 euro perché nelle casse comunali ci sono ancora 168.607 euro di disponibilità residua destinata alla realizzazione dell’intersezione stradale. Il Comune annuncia che ricorrerà in Cassazione.

25.390 euro è la somma dell’altro debito fuori bilancio che il Comune deve riconoscere alla ditta Centrale del Latte di Parma per l’esproprio di una parte di terreno in occasione dell’allargamento di via Marconi. Nel 2005 era stata stimata un’indennità di 7.478 euro, ma la Corte d’Appello ha fissato il valore a 38mila euro di cui, appunto, circa 25mila euro fuori bilancio.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *