24 marzo 2018

Da oggi, chi vuole, potrà sedersi accanto a Giuseppe Verdi

Da oggi, chi vuole, potrà sedersi accanto a Giuseppe Verdi

L’opera è concepita come scultura che diventi parte della vita della città: il compositore seduto su una panchina della città, di fianco al quale chiunque vorrebbe sedersi


 

La scultura, del peso di circa 400 chili, è stata donata al Comune di Parma dall’Associazione Comitato Promotore per la Scultura di Verdi, formato dal presidente Davide Battistini, da Eddy Lovaglio e Claudio Caggiati, con il sostegno di Dallara Automobili SpA, Matthews International SpA, Azienda Agricola Farnese, Sinapsi Group e Parma OperArt.

“La scultura che abbiamo deciso di donare alla città – ha affermato il Presidente del Comitato Davide Battistini – non vuole essere un monumento puramente commemorativo. Il nostro obiettivo è che diventi un vero e proprio volano per il turismo. Si tratta di una scultura da vivere, nata sulla scia delle esperienze estere. A Lisbona una tappa obbligata è quella alla scultura di Pessoa, seduto al tavolino di un caffè. A Birmingham c’è la statua di Thomas Attwood seduto su una scalinata. A Bologna, Lucio Dalla. A Parma, finalmente, i turisti avranno la possibilità di ritrarsi con uno degli italiani più conosciuti in tutto il mondo: Giuseppe Verdi”

La scultura è stata realizzata dall’artista Sergio Brizzolesi che, in occasione del Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, ha studiato il progetto di un monumento che è poi stato realizzato e collocato nell’ambito dell’ EXPO INTERNAZIONALE di Milano 2015.

“Nel punto in cui partono tutte le attività che produciamo in ambito musicale da oggi è presente un nume tutelare” Ha commentato Michele Guerra dopo lo svelamento della statua “Questo Piazzale della Musica sta tornando a vivere in maniera straordinaria e nel 2020, dopo le operazioni di ristrutturazione, anche un gioiello del Gotico come San Francesco tornerà ad essere un luogo aperto per la città. Casa della Musica, Istituto di Studi Verdiani, Università, San Francesco svolgono attività importanti in questo luogo. Piazzale San Francesco, da oggi, offre anche la possibilità di immaginare il Maestro ad accompagnarle, la possibilità di ritrarsi, per i parmigiani o per i tanti turisti che visitano la nostra città, accanto ad un personaggio che per la città e per il mondo tanto significano”.

L’opera è concepita come scultura che diventi parte della vita della città e volano turistico: il più grande compositore al mondo rappresentato seduto su una panchina della città, di fianco al quale chiunque vorrebbe sedersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *