20 Marzo 2017

La Motorvalley cresce: al via l’università emiliana dell’auto

La Motorvalley cresce: al via l’università emiliana dell’auto

Ferrari, Maserati, Lamborghini, Dallara, Toro Rosso, Ducati, Magneti Marelli, Haas F1 Team sono la punta di diamante del mondo dei motori e la sinergia con il mondo universitario regionale si rafforza con due nuovi corsi di laurea magistrale che prepareranno i giovani più motivati e di talento provenienti dall’Italia e da tutto il mondo


Unico a livello internazionale e voluto dalla Regione, il progetto, chiamato Motorvehicle University of Emilia-Romagna (MUNER), nasce dalla collaborazione tra le Università e alcune tra le aziende più prestigiose a livello mondiale quali: Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1 Team, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso. “Quattro università, tra le più antiche al mondo, e otto case motoristiche leader a livello globale insieme per attrarre ragazzi motivati e di talento. Siamo di fronte a un progetto unico nel panorama nazionale e internazionale, che conferma l’Emilia-Romagna non solo quale cuore europeo della nuova manifattura che si sta ridisegnando a livello globale grazie all’incontro tra scienza, ricerca e produzione, ma anche quale piattaforma dell’alta formazione con un grande valore aggiunto”, afferma Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna durante la conferenza tenutasi lunedì mattina a Bologna.

L’obiettivo comune è quello di attrarre nella regione i migliori studenti universitari di tutto il mondo con l’obiettivo di formare e inserire nel mondo del lavoro gli ingegneri di domani, i professionisti che progetteranno veicoli stradali e da competizione, i sistemi di propulsione sostenibili e gli impianti di produzione all’insegna dell’Industria 4.0.

Motorvehicle University of Emilia-Romagna offrirà le due lauree magistrali anche attraverso corsi totalmente in inglese che avranno il via a partire dall’anno accademico 2017/18. Gli studenti saranno ammessi al corso di laurea in un numero massimo di 150 all’anno: 120 per Advanced Automotive Engineering e 30 per Advanced Automotive Electronic Engineering. Saranno selezionati a seguito di un’accurata valutazione dei loro meriti e di un colloquio tecnico e motivazionale. Sarà, inoltre, verificato il possesso di adeguate competenze linguistiche nella lingua inglese di livello B2. Inoltre gli insegnamenti conterranno sia una parte teorica sia una parte di laboratorio che si terrà nei laboratori dei partner industriali, così da sviluppare una conoscenza e una tecnica professionale più approfondita.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *