13 Novembre 2018

November Porc a Zibello. Strade “avvolte” da metri di Culatello

November Porc a Zibello. Strade “avvolte” da metri di Culatello

Dal 16 al 18 novembre, la diciassettesima edizione della “Staffetta più golosa d’Italia” fa tappa a Zibello, città simbolo del Culatello DOP


NOVEMBER PORC … speriamo ci sia la nebbia!, si tiene in una località della Bassa parmense diversa per ognuno dei fine settimana di novembre. La diciassettesima edizione della manifestazione più importante d’Europa, legata al Maiale, da venerdì 16 a domenica 18 novembre fa tappa a Zibello, la città che fornisce il nome al Culatello di Zibello DOP, che, solo in questo territorio, può avere la Denominazione di Origine Protetta. NOVEMBER PORC è nato anche per valorizzare i “parenti poveri” di Sua Maestà Culatello (di Zibello) e la Bassa Parmense, dove si intrecciano produzioni importanti (Parmigiano Reggiano, Spalla Cotta di San Secondo, Mariola, Fortana IGT), paesaggi suggestivi (il Po, Palazzo Pallavicino, Rocca dei Rossi, Roccabianca) e il ricordo di due personaggi che … “hanno fatto” l’Italia (e gli italiani): Giuseppe Verdi e Giovannino Guareschi, e se del primo non occorre dir nulla, perché noto ovunque, del secondo -creatore di Peppone e don Camillo-basterebbe ricordare che è lo scrittore del Belpaese più tradotto nel mondo.

NOVEMBER PORC a ZIBELLO “apre” venerdì 16 novembre, in serata, al PalaPorc (ampia tensostruttura riscaldata con cucina adiacente e palco per orchestre e spettacoli) dove si potrà cenare, assaggiando gustose proposte gastronomiche accompagnate da ottima birra MENABREA (il birrificio più antico in attività in Italia, è sponsor della rassegna) e dalla musica.

Per il “popolo dei camper” sono stati riservati parcheggi in via Caduti di Nassyria, p.le Lelio Guidotti, via Avalli (zona campo sportivo) e in Zona Artigianale.

Sabato 17 – Si inizia alle ore 9, con l’apertura ufficiale del mercato dei prodotti tipici, dove le produzioni di eccellenza della Bassa saranno affiancate da “numeri uno” provenienti da tutta la Penisola. Ad esempio, da Asti ci sarà il Castelmagno (anche in risotto), e poi, gli Anolini di Cremona, il Cotechino di Pavia, i vini dell’Oltrepo Pavese, il Lardo di Colonnata, la Fontina della Valle d’Aosta, Tome del torinese, prodotti dell’Alto Adige, gli Arrosticini dell’Abruzzo, le Lenticchie di Castelluccio, Caciocavallo e Taralli di Bari, formaggi della Valtellina.

E’ consigliata una sosta allo store, stand dei gadget ufficiali di NOVEMBER PORC (e INFO POINT), con la nuova “linea” di felpe, magliette, grembiuli, spille ed altri simpatici oggetti, fra cui il maialino-salvadanaio e il kit per le bolle di sapone. Altra sosta, al gioco ufficiale della kermesse: “Tiro al Salame”, curato dal CircoloCultori ed Estimatori del Suino, che devolveranno il ricavato in beneficenza.

Alle ore 12.00, ci sarà la possibilità di pranzare nel PalaPorc.

In serata, “festa giovane” (una delle caratteristice della kermesse): nel grande stand gastronomico si potrà cenare con i piatti tipici della zona, insieme agli squisiti panini del McPorc e alla birra MENABREA e ballare accompagnati da deejay, spettacoli live e diretta Radio Bruno.

Domenica 18 novembre – Dalle ore 9, riapre il mercato agroalimentare che anima il cuore dell’antico borgo rinascimentale. Da segnalare la novità del 2018: domenica ci sarà un gazebo de La Gazzetta di Parma/TV Parma, dove visitatori e cittadini verranno “guidati” in incontri e dibattiti dal giornalista Sandro Piovani (domenica 4 era toccato al direttore Brambilla).

A pranzo ritornerà in funzione lo stand gastronomico nel Palaporc, per un gustoso “assaggio” delle migliori ricette tradizionali.

Alle 12:30 circa, si inizierà la realizzazione del salame Strolghino da record: norcini anziani e giovani prepareranno il “mostro di lunghezza”, già vincitore del Guinness dei Primati nel 2003 (nel 2017 fu di 420 metri). Una volta terminato, l’enorme “serpentone” sarà “sacrificato” e distribuito fritto, gratuitamente.

Durante tutta la giornata, fino a sera, i visitatori potranno godersi esibizioni e spettacoli di artisti di Strada e giochi per bambini.

Nei ristoranti aderenti alla Strada del Culatello, per tutto il mese, c’è “A Tavola con November Porc”, con menù a prezzi concordati. Quest’anno, per ricordare il “papà” di Peppone e don Camillo, verranno proposti anche piatti ispirati a Guareschi.

Il richiamo a Guareschi è al centro di una delle iniziative collaterali di NOVEMBER PORC, ilBusseto Festival Guareschi, che espone la mostra “Giovannino Guareschi fotografo 1940-1952” (piazza Verdi) e “Giovannino a Busseto, fotocronaca della nebbia” (via Roma), poi, sabato 17, ore 17:00, al Teatro Verdi, verrà proiettato il film Il ritorno di don Camillo, introdotto da personalità della cultura.

L’altra iniziativa collegata a NOVEMBER PORC è CASA NEBBIA a San Secondo Parmense, allestimento temporaneo (fino al 9 dicembre, Scuderie della Rocca dei Rossi – sabato e domenica, 10:30-12:30 / 15-18 – ingresso gratuito) curato dal Comune con un preciso riferimento culturale, oltre che turistico-paesaggistico, ad una componente del territorio e dell’economia della Bassa. Per l’occasione sono in programma attività didattiche (per le scolaresche, collegate al Museo del Mondo Piccolo di Fontanelle) e incontri per adulti. Si potrà abbinare l’ingresso a CASA NEBBIA ad una visita guidata alla Rocca (a prezzo scontato).

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *