13 dicembre 2018

A Natale anolini gluten free per non rinunciare alla tradizione

A Natale anolini gluten free per non rinunciare alla tradizione

La ricetta degli anolini senza glutine, per chi soffre di celiachia e non vuole rinunciare al piatto della tradizione


Gli anolini sono il piatto della tradizione parmigiana e per il pranzo di Natale non possono assolutamente mancare sulle nostre tavole. Esistono diverse varianti della ricetta, per esempio per i vegetariani o vegani: qui vi proponiamo invece la versione gluten free, per chi è intollerante al glutine e non vuole rinunciare alla tradizione e al gusto in un giorno di festa. Come fare? Basta scegliere i prodotti e gli ingredienti giusti e seguire questa ricetta per un risultato altrettanto goloso!

“Per questo Natale non rinunciate al vostro piatto preferito, potete trovare anche gli anolini già pronti da noi in negozio su prenotazione!”, fanno sapere le titolari del market Gliadina Free Barbara Battistini e Maria Angela Biasotti.

Ricetta dei cappelletti per 12 persone

Ingredienti:

500 gr farina Bi Aglut sacco ricetta classica

6 uova da 60 gr

Oppure

500 gr di farina nutrifree per pasta fresca

7 uova da 60 gr

Ripieno classico:

Sugo di stracotto concentrato bollente (una tazza) per chi desidera anche poca carne dello stracotto tritata fine

200 gr pane grattugiato

600 gr parmigiano grattugiato

3/4 uova

Noce moscata grattata

Ripieno di magro:

  • 300 g di parmigiano grattugiato (possibilmente di tre stagionature diverse)
  • 100 g di pangrattato senza glutine
  • 3/4 mestoli di brodo bollente
  • 2 o 3 uova
  • sale
  • Noce moscata grattata q.b.

Preparazione:

Fare la sfoglia amalgamando la farina con le uova e lasciarla riposare in un sacchetto di cellofan per almeno 30 minuti. Intanto fare il ripieno: scottare il pane con il sugo dello stracotto o con il brodo, nella versione di magro, poi quando è freddo aggiungere il parmigiano, la noce moscata grattata e tante uova fino a ottenere un ripieno sodo ma ancora morbido. Formare gli anolini mettendo dei piccoli mucchietti ben distanziati su una sfoglia di pasta tirata abbastanza sottile, coprire con un’altra sfoglia e poi fare uscire tutta l’aria premendo bene, quindi comporre gli anolini con il taglia pasta apposito tondo. Se non si consumano subito, si possono surgelare mettendoli sopra vassoi di carta, prima di riporli nel freezer e una volta induriti  vanno divisi in sacchetti di plastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *