10 Marzo 2016

Notifiche irregolari multe? Comune verifica eventuali “anomalie”

Notifiche irregolari multe? Comune verifica eventuali “anomalie”

Le segnalazioni partite dai cittadini e questa volta la situazione sembra delicata. Il Comune incarica la società di revisione PriceWaterhouseCoopers di verificare eventuali irregolarità


Questa volta i timori devono essere davvero tanti, se il Comune di Parma per tutelarsi decide di dare un incarico ad una società esterna, di consulenza e revisione bilanci, per verificare la regolarità delle notifiche delle multe ai cittadini. In realtà sono numerose le denunce e le testimonianze da parte di cittadini, poi sostenute dalle associazioni dei consumatori, che recriminano azioni che avrebbero pregiudicato o ridotto la possibilità di fare i ricorsi previsti dalla legge.  Ma ecco cosa sarebbe successo:

Secondo numerose testimonianze i cittadini multati non avrebbero ricevuto le notifica della multa, ma per loro sarebbe ugualmente scattato il termine oltre il quale non è più possibile fare ricorso. Normalmente, infatti, dal giorno della notifica il multato ha 30 giorni per rivolgersi al giudice di pace e 60 al Prefetto. Ma in questo caso sarebbe stata saltata la notifica e si sarebbe depositato direttamente presso la Casa del Comune la multa, anche in questo caso parte una raccomandata, ma i tempi si riducono drasticamente, perché a questo punto rimangono solo dieci giorni di tempo dal ricevimento (non dal ritiro), per poter fare ricorso. E spesso la raccomandata inviata non specifica neppure l’oggetto dell’atto.

“Il Comune di Parma informa che ha avviato una attività di verifica sulla gestione dei servizi di notifica. Tali verifiche fanno seguito alle segnalazioni di alcuni cittadini e associazioni, che si ringraziano per il senso civico dimostrato, denuncianti possibili “anomalie” nei processi di notifica. Il diritto inderogabile di trasparenza in un settore essenziale, delicato e costituzionalmente obbligatorio come quello tributario muove il Comune di Parma ad una verifica accurata, attraverso organi terzi ed imparziali strutturati per fornire una Financial Due Diligence. Tale verifica prevede tempestive ed approfondite analisi sui processi interni, ed è diretta a garantire il costante miglioramento delle procedure nell’interesse dei cittadini. L’Amministrazione si impegna, non appena saranno disponibili gli esiti delle verifiche delle attività di cui sopra, a darne la più ampia diffusione”.

Questo il comunicato, per la verità un pò criptico, del Comune di Parma: ora non resta che attendere per verificare se ci sono state irregolarità nelle notifiche e le eventuali conseguenze nei confronti di Parma Gestione Entrate.

Multe. Notifiche inviate per posta? Non è vero

Greci, presidente Nuovi Consumatori: “i messi notificatori di Parma Gestione Entrate sono anche dipendenti delle poste italiane? Questa la contraddizione di Tosi, presidente di PGE”

0 comments

False notifiche seriali. Pagliari: “PGE come Mafia Capitale”

Il MNC ha resto noto che per non far scadere le multe tanti avvisi di contravvenzione sarebbero stati depositati direttamente alla Casa Comunale

0 comments

“False notifiche delle multe. Truffa aggravata?”

MNC: “Parma Gestione Entrate dovrà risponderne davanti ai magistrati. Cittadini infuriati per aver ricevuto le multe senza avere più tempo per fare ricorso”

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *