5 Luglio 2015

Mostra Mater un flop: 4.197 visitatori. Costata 540mila euro

Da / 4 anni fa / Città / 1 Comment
Mostra Mater un flop: 4.197 visitatori. Costata 540mila euro

Abbiamo pagato 120 euro a visitatore. I dati forniti dal consigliere Pellacini. In più la beffa: il Comune delibera d’urgenza 60mila euro per il trasporto delle opere perché l’organizzatore è insolvente


“Che il settore Cultura, da sempre fiore all’occhiello di questa città, abbia evidenti problemi lo si è visto anche con le mostre di un certo rilievo. Il Comune deve pagare il rientro delle opere esposte per Mater, 60mila euro perché l’organizzatore non può far fronte.

Giusto qualche giorno fa ho ricevuto i dati ufficiali. Studio P. V. – organizzatore della mostra Mater – doveva provvedere alla “gestione dei trasporti di tutte le opere all’andata e al ritorno tramite l’impiego di una ditta in possesso di comprovata esperienza”, si legge nei documenti.

Perché allora non ha provveduto? E’ molto semplice perché la mostra è stata un flop. E’ rimasta aperta per 138 giorni ed è stata visitata da 4197 persone per un incasso di 33.636 euro. La mostra è costata 548mila euro e ha ricevuto 148mila euro da 14 sponsor mentre il Comune ha messo 53.649 euro e concesso vantaggi economici (non un esborso diretto) per 23.658 euro oltre a pulizie (10.200 euro), vigilanza (19.025 euro), presidio tecnico (23.424 euro). Insomma, il Comune fra esborso diretto e altre voci si è messo in gioco per 130mila euro a cui si aggiungono ora i 60mila euro.

Diverse cose non sono andate per il verso giusto: la pubblicità, visto il tipo di evento, è partita in ritardo e non è stata adeguata. Anche l’impatto con il pubblico non è stato ben calcolato tanto è vero che gli accordi prevedevano una royalty a favore del comune a partire da 40mila visitatori. Insomma ci si aspettavano dai 60mila ai 100mila visitatori per un incasso fra i 480mila euro e gli 800mila euro, in quel caso la mostra avrebbe chiuso con il bilancio in pari.

La mostra di Botero ha avuto 30mila visitatori per un incasso di 226.465 euro, il Comune ha versato 47.795 euro e concesso vantaggi economici per 17.586 euro. Alla fine l’associazione Nausica – organizzatrice del evento – ci ha rimesso di propria tasca ben oltre 40mila euro. Anche in quel caso, come per Mater, gli accordi prevedevano che gli incassi andassero in primis a ripianare le spese sostenute.

Ecco perché il Comune deve pagare altri 60mila euro per Mater. Perché nel numero dei visitatori ci si aspettava uno zero in più, 40mila anziché 4mila. Ecco come il Comune sperpera i soldi dei cittadini, da un lato si tagliano i servizi scolastici e per disabili, dall’altra parte si organizzano eventi in questo modo, sulle spalle dei cittadini”.

Giuseppe Pellacini
Capogruppo Consiglio Comunale – Unione di Centro (UDC)

One Comment

  • Antonella Cortese05. Lug, 2015

    E’ un gran peccato. La mostra era ben allestita, la collezione molto ricca, il tema conduttore ben svolto, insomma, con una pubblicità adeguata al tipo di offerta sicuramente i visitatori sarebbero aumentati. Mi auguro che questo “flop” di incassi non ci precluda la possibilità di presentare altre iniziative simili che arricchiscono il panorama culturale sul quale, nel futuro, dovremo puntare. Perché anche l’arte, senza volerla degradare a mero oggetto di consumo – e su questo ci sarebbe da fare una riflessione perché, da un certo punto di vista, dovremmo consumarla come il pane – può diventare una sana fonte di intelligente guadagno..

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *