8 maggio 2019

Il mondo fantastico di Guendalina e i suoi gatti volanti accoglie la delegazione di insegnanti stranieri in Ospedale

Da / 2 settimane fa / Salute / Nessun commento
Il mondo fantastico di Guendalina e i suoi gatti volanti accoglie la delegazione di insegnanti stranieri in Ospedale

Confronto di esperienze nell’ambito di Erasmus+, progetto delle Scuole in Ospedale di Parma, Oulu, Danzica e Dublino


In occasione del meeting transnazionale Erasmus+ una delegazione di docenti stranieri ha visitato questa mattina l’Ospedale dei bambini “Pietro Barilla” di Parma per un confronto di esperienze tra insegnanti che operano in ospedale.

La Scuola in Ospedale del Maggiore di Parma è infatti partner, con le Scuole di Oulu, Danzica e Dublino, del Progetto biennale Erasmus+ e che ha posto al centro delle riflessioni la resilienza, “ovvero un atteggiamento positivo nelle avversità”, spiega Simonetta Capelli docente di inglese e referente del progetto per Parma. “Il nostro compito è trovare nuovi metodi per attivare energie positive negli alunni che seguiamo – continua Capelli – e, in particolare quest’anno, le nostre attenzioni si sono concentrate sulle proposte culturali legate ad Agenda 2030”. Per approfondire il tema è stata allestita, nel cavedio dell’Ospedale dei bambini, una mostra di disegni realizzati dagli alunni della Scuola in Ospedale che pone al centro i quattro elementi fondamentali, acqua, aria, terra e fuoco.

Trovo molto positivo che la scuola vada alla ricerca di nuovi modelli educativi che siano più attrattivi per le nuove generazioni – ha dichiarato il dottor Pierpacifico Gismondi, ringraziando a nome dell’Ospedale dei bambini – e questi incontri che coinvolgono scrittori, musicisti e insegnanti, favoriscono il confronto tra stili e linguaggi diversi”.

Ed infatti la Scuola in Ospedale di Parma, grazie alla collaborazione con l’associazione Snupi, ha voluto parlare di resilienza e di sostenibilità ambientale attraverso un musicista (Federico Del Santo), uno scrittore (Alex Jones) e un narratore strambo (il Mago Gigo al secolo Cosimo Gigante) che hanno portato in scena nella hall del 3° piano della Pediatria la storia fantastica di Guendalina e i suoi gatti volanti coinvolgendo grandi e piccini.

Collaboriamo da anni sia con la Scuola in Ospedale con Alex Jones e il mago Gigo per diffondere i concetti di sostenibilità ambientale e salute per il nostro organismo – ha dichiarato il presidente di Snupi Sostegno Nuove Patologie Intestinali Giulio Orsiniquindi ci sembrava molto adatto proporre in questa occasione la storia di Guendalina che sogna un mondo migliore senza inquinamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *