19 settembre 2018

Mojito di Parma, tra cinema e gusto il piatto dello chef Corella

Mojito di Parma, tra cinema e gusto il piatto dello chef Corella

Il piatto che omaggia la nostra città è stato inserito in un progetto per valorizzare gli effetti benefici di cibo e film per la salute


Un omaggio alla nostra città, tra cinema e cibo, che, purtroppo, non abbiamo ancora avuto il piacere di assaggiare: si tratta del Mojito di Parma, il primo piatto inventato dallo chef stellato Igles Corelli, patron del ristorante toscano Atman. Un solo ingrediente, il Parmigiano, declinato in tante sfumature diverse quali sono le sfumature dei film di Paolo Genovese, in questo caso “Una famiglia perfetta”.

Il Mojito di Parma (con lime, rum e menta, il Parmigiano in tre stagionature diverse, il 24 mesi per la preparazione del risotto, il 36 per l’aria e il 64 per il gelato) è stato il piatto scelto da Corelli a Roma in occasione della presentazione del Progetto Doc Wine Travel Food promosso da Gambero Rosso con la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e MediCinema Italia Onlus.

L’iniziativa, con sei chef per sei registi, mira alla promozione e la valorizzazione degli effetti benefici del food & wine, inseriti in un contesto culturale in cui è il cinema a tracciare i confini. Oltre alle cene cinegustologiche presso la Città del Gusto, grande successo si è registrato una serie di proiezioni alla sala MediCinema del Gemelli aperte a pazienti del Policlinico accompagnati da parenti o dal personale della struttura sanitaria romana.

Cinematherapy, un bel film per stare bene

Fulvia Salvi, Presidente e fondatrice di MediCinema Italia Onlus: “Diminuisce l’ansia, lo stress e migliora lo stato psico-fisico”

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *