30 Giugno 2016

MNC: “aperta inchiesta sul ristorante La Raquette”

MNC: “aperta inchiesta sul ristorante La Raquette”

La polizia municipale ha aperto un fascicolo per verificare se ci sono state irregolarità circa l’attribuzione delle attività di ristorazione del  circolo tennistico comunale in gestione al CUS


Durante la conferenza stampa dello scorso 15 giugno, il presidente del Movimento Nuovi Consumatori Filippo Greci aveva portato l’attenzione su un caso di parentopoli che avrebbe interessato l’assessore Marani. Nel complesso sportivo denominato La Raquette srl, di proprietà pubblica, infatti, si è insediata dal 2014 una realtà di ristorazione che nulla ha a che fare con lo sport. Il CUS, gestore dell’impianto sportivo omonimo, ha stipulato nel novembre del 2013 un contratto con la società Raquette srl, senza gara d’appalto per la ristorazione, con un contratto d’affitto per 10 mila euro all’anno, della durata di 4 anni, che scadrà il 30 novembre 2017.

A questo punto il presidente Greci si era chiesto: “come mai uno dei ristoratori si chiama Massimo Marani, proprio come l’assessore? Non sarà suo cugino?”

In una nota stampa, il presidente Greci ha fatto sapere che: Premesso che in data 17.06.2016 lo scrivente provvedeva ad inviare atto di Esposto/Denuncia al comando della polizia Municipale di Parma, per il caso “Raquette”, di cui alla conferenza stampa del 15.06.2016, sono ad inviare comunicazione scritta ricevuta in data odierna dal comandante della PM di Parma dott. Gaetano Noe’, circa l’apertura di un’indagine le cui risultanze saranno, presumibilmente, rese pubbliche successivamente dal comandante stesso , circa il reato ipotizzato ed i soggetti coinvolti”.

VIDEO. Parentopoli. Due pesi due misure da parte di Marani?

Il MNC punta il dito contro l’assessore allo sport per due vicende disgiunte. La società sportiva ASD Tennistavolo Center Parma si è ritrovata senza sede mentre il presunto cugino dell’assessore ha potuto aprire senza bando un’attività di ristorazione nello spazio pubblico della Raquette

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *