9 Maggio 2016

Minacce e atti intimidatori alla base delle dimissioni della Gruzza

Minacce e atti intimidatori alla base delle dimissioni della Gruzza

Il vicesindaco Alessia Gruzza ha reso noti i motivi che l’hanno spinta ad uscire dalla scena politica. Gambarini: “la giunta Massari comincia a perdere pezzi, serve chiarezza”


“Minacce e atti diffamatori che hanno coinvolto me e la mia famiglia”. Questi sono i motivi che hanno spinto il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Fidenza Alessia Gruzza a depositare una lettera di dimissioni nella mattinata di sabato 7 maggio, in prima battuta giustificata con “motivi personali” .

La Gruzza, laureata in fisica e insegnate di ruolo nella scuola secondaria dal 2013, con la sua decisione ha colti tutti di sorpresa. E non è tutto. Alla lettera di dimissioni sono seguite anche querele.

La reazione della capogruppo di Forza Italia Fidenza Francesca Gambarini non si è fatta attendere: “La giunta Massari, a meno di due anni dal suo insediamento, inizia a perdere pezzi”, aveva dichiarato nella mattina di sabato e aveva aggiunto: “i dissapori all’interno della maggioranza li conosciamo bene tutti e da tempo si vociferava della possibile sostituzione di un assessore”.

Ora la Gamabarini chiede che venga spiegato da sindaco e vicesindaco esattamente cosa è successo. Per il momento la Gruzza dice non voler aggiungere altre dichiarazioni rispetto all’accaduto e Massari, dopo essersi dissociato da questo modo intimidatorio di fare politica – “che in nessun modo”, ha precisato, “potrebbe influenzare le scelte dell’Amministrazione”,  si è rivolto ai carabinieri per avere maggiori ragguagli sulla vicenda.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *