14 Settembre 2015

Mille parmigiani rivogliono i cassonetti. Perchè?

Mille parmigiani rivogliono i cassonetti. Perchè?

Continua la raccolta firme di Parma Unita per reintrodurre i cassonetti differenziati. Sabato mattina raccolte un migliaio di firme di cittadini insoddisfatti


Anche il secondo giorno di banchetti in via Mazzini, voluti da Parma Unita per raccogliere firme a favore della reintroduzione dei cassonetti in strada, sembra aver avuto successo. Roberto Ghiretti, infatti, fa sapere che sabato mattina sono state raggiunte mille firme. Si tratta di un dato significativo, un numero da non sottovalutare, soprattutto se si tiene conto che la raccolta firme proseguirà fino al 10 ottobre. A questo punto c’è da chiedersi: perchè aleggia lo scontento in così tanti cittadini? Cosa c’è che non va nel sistema di raccolta? E, soprattutto, come può essere migliorato? Le perplessità su un tema così tanto discusso, continuano. Perplessità che interessano non solo i semplici cittadini, ma anche i commercianti, i titolari di attività e imprese che, dinanzi al nuovo modello di raccolta, sembrano perdersi, titubare e nutrire dubbi (LEGGI Tariffa puntuale: Ascom raccoglie le prime impressioni sul sistema di raccolta).

“Vedremo se questa amministrazione – ha dichiarato Roberto Ghiretti – che ancora oggi si vanta di essere vicina ai parmigiani, avrà il coraggio di ignorare la richiesta dei tanti che si sono presentati e si presenteranno ai banchetti di Parma Unita per testimoniare il fallimento di un metodo di raccolta che si è rivelato nemico di chi ha a cuore l’ambiente”.

Da lunedì 21 settembre i banchetti saranno nei principali mercati rionali cittadini. È comunque possibile firmare anche nella sede di Parma Unita in via Alessandra 16, dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 19; telefono 0521.1800563.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *