20 Gennaio 2017

Marore, si fingono vigili e si fanno aprire la cassaforte

Marore, si fingono vigili e si fanno aprire la cassaforte

I malviventi hanno agito in pieno giorno. Prima hanno narcotizzato la donna poi hanno rubato migliaia di euro di gioielli


Un furto curato nei minimi particolari commesso da due finti agenti della polizia municipale. E’ questo quanto successo giovedì verso mezzogiorno a Marore, in una villa del paese. Una donna, infatti, è stata narcotizzata e costretta ad aprire la cassaforte da due uomini, che le avrebbero fatto credere di essere due uomini della municipale che avevano appena catturato due ladri in casa sua. Per poi scappare con una borsa piena zeppa di gioielli dal valore di qualche decina di migliaia di euro.

La vittima racconta di aver visto la porta di casa aperta e, presa dal panico si è fiondata in casa. All’interno c’erano due uomini con la pettorina della municipale che le avrebbero raccontato di aver catturato due ladri, inoltre le avrebbero chiesto di farsi aprire la cassaforte per verificare eventuali mancanze. Ma, qualcosa non andava. Infatti, la donna confida che in quel momento si sarebbe sentita come bloccata, e con la gola in fiamma, causato da una sostanza anestetica sparata nell’aria dai balordi. 
A quel punto, l’altra vittima, un’altra signora rivela di essere entrata in casa dal garage e di aver capito immediatamente quale era la situazione. Infatti, alla minaccia di chiamare i Carabinieri, i ladri se la sono data a gambe con un borsone pieno di gioielli consegnatogli, sebbene inconsapevolmente, proprio dalla padrona di casa che risultava narcotizzata. A quel punto sono arrivati i mariti delle donne, la polizia e la Scientifica, a loro spetterà il compito di trovare i responsabili di questo furto ottimamente organizzato. Indagini in corso. 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *