15 Giugno 2015

Marina Everri vince il Marie Curie

Marina Everri vince il Marie Curie

Assegnista di ricerca in “Psicologia sociale” del Dipartimento Lettere Arti Storia e Società


Marina Everri, assegnista di ricerca in “Psicologia sociale” del Dipartimento Lettere Arti Storia e Società – LASS dell’Ateneo con la supervisione della prof.ssa Laura Fruggeri, ha vinto il prestigioso premio Europeo Marie Curie (Individual Fellowship) con il progetto di ricerca “Adolescents, Parents, and Digital Media: Looking for the pattern that dis/connects”, che prevede una collaborazione tra l’Università di Parma e la London School of Economics.

Il premio Marie Curie consiste nell’erogazione di un cospicuo finanziamento a giovani ricercatori che intendono perfezionare le loro competenze come ricercatori e accrescere la loro carriera dal punto di vista internazionale, lavorando in stretta collaborazione con centri d’eccellenza in Europa.

Marina Everri collaborerà infatti per due anni con il Department of Social Psychology presso la London School of Economics per mettere a punto una nuova metodologia di analisi dell’interazione tra adolescenti, genitori e dispositivi digitali. Questa tecnica consiste nell’utilizzo di una micro-camera (subcam) applicata a occhiali speciali, che saranno indossati dai ragazzi nelle loro attività quotidiane in famiglia e a scuola. Tale innovativa metodologia, mai utilizzata prima da ragazzi e genitori, permetterà di capire che cosa effettivamente fanno gli adolescenti con i dispositivi digitali e il significato che attribuiscono a questi oggetti, e quindi il ruolo che rivestono nello sviluppo degli adolescenti, ma anche nel modo di comunicare e relazionarsi in famiglia. I partecipanti al progetto saranno famiglie italiane.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *