4 Luglio 2016

Mama: “il 7 luglio la risposta dal Tar, se va male chiudiamo”

Mama: “il 7 luglio la risposta dal Tar, se va male chiudiamo”

Il titolare del locale di via D’Azeglio colpito dall’ordinanza antialcool, Mattia Schiaretti: “nonostante tutti gli sforzi, la mia attività è in mano ad avvocati e giudici, mi sento impotente”


In seguito all’ordinanza comunale che ha vietato di vendere alcolici dopo le 23, due bar della “via della movida”, via D’Azeglio, avevano presentano ricorso al Tar di Roma. Si tratta di Mama e Surfer’s Den. La richiesta era quella di sospendere il provvedimento e annullarlo ed ora i giudici stanno per prendere una decisione.

Il 29 giugno, dalla sua pagina Fb Mattia Schiaretti, uno dei titolari del Mama Café ha postato un triste annuncio: “-8 giorni. E non sono i giorni che mancano alle ferie. Ma quelli che mancano all’udienza di Roma, dove si deciderà la vita o la morte del Mama Café. Se dovesse andare male il giorno dopo io e il mio socio saremo costretti a chiudere il bar”.

Schiaretti ha inoltre espresso la volontà di andare a Roma il 7 luglio per partecipare all’udienza e si è detto molto in ansia per la situazione che si è venuta a creare: “nonostante tutti gli sforzi, la mia attività è in mano ad avvocati e giudici, mi sento impotente e se dovesse andar male saremo costretti a chiudere ad agosto, senza più riaprire”.

Movida. Riemerge la ruggine tra il Comune e i locali Mama e Surfer

Schiaretti: “noi siamo ancora bloccati dall’ordinanza e con un Comune che ci fa il ricattino… ‘Se non ritirate il ricorso non dialoghiamo con voi’.”

0 comments

Movida. Mama Cafè: “Sforzi e sacrifici per niente”

Uno dei titolari: “Piango mentre scrivo. A 30 anni, ritrovarsi a piangere perché non puoi lavorare, è umiliante”

1 comment

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *