23 Aprile 2016

M5S: “A Parma mancano 100 uomini. Bubbico venga in città”

M5S: “A Parma mancano 100 uomini. Bubbico venga in città”

Il numero di agenti delle forze dell’ordine è fermo a quello calcolato negli anni ’80. Città marchiata dal sotto organico 


Stefano Fornari, Marco Bosi, Alfonso Feci e Barbara Cacciatore: loro i quattro consiglieri 5 Stelle pronti a dire la loro sulla questione sicurezza.

Le motivazioni alla base del diniego dello Stato rispetto all’aumento delle forze dell’ordine in città, appaiono ancora piuttosto oscure. Lo stesso Fornari precisa che il personale oggi attivo a Parma è nel numero stabilito negli anni ’80 quando la città era più piccola e, di conseguenza, c’erano meno abitanti. Ad oggi, infatti, i vigili urbani presenti sul territorio sono 180, mentre dovrebbero essere 228. In Polizia, invece, mancano circa 40 agenti. E’ facile fare i conti: a Parma mancano circa 100 uomini. Ma a Parma manca anche il 64% dell’organico di polizia postale, necessaria per le truffe online e per i casi di pedofilia.

Qualche giorno fa, la parlamentare Maestri ha lanciato la notizia dell’arrivo di Bubbico in città. Un’occasione in più, spiega Bosi, per chiedere risposte concrete al viceministro. «Nonostante il blocco della assunzioni, ci siamo impegnati ad assumere 15 vigili urbani nei prossimi tre anni – ha aggiunto Bosi –: sappiamo sfruttare le possibilità che abbiamo». E i consiglieri sperano che, tra l’altro, Bubblico incontri i consigli di quartiere, così da avere un quadro più concreto della situazione.

«Quest’amministrazione ha installato telecamere nei vari quartieri e ha migliorato il sistema di illuminazione e controllo in piazzale della Pace – sottolinea la Cacciatore –, ma il vero problema è che se cinque anni fa erano presenti 14 pattuglie, oggi sono attive solo in 2: servono più uomini».

Mussini: un’interrogazione sul “no” da Roma all’invio di rinforzi

Pizzarotti: “Siamo stati penalizzati rispetto ad altre città. Abbiamo fatto richieste sensate e ponderate, non capiamo perché siano state rifiutate”

0 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *