19 Febbraio 2016

Lupi. WWF e Legambiente contro Le Iene. Si va per vie legali

Da / 3 anni fa / Città / Nessun commento
Lupi. WWF e Legambiente contro Le Iene. Si va per vie legali

Ottolini: “Più che di iene si è trattato di bufale”. Legambiente: “Esagerazioni e mistificazioni”


Un servizio de Le Iene, mandato in onda su Italia Uno, ha svelato un lato alquanto discusso della provincia parmense. Lupi i protagonisti. Migliaia di lupi che aggrediscono gli animali e costituiscono un rischio anche per l’uomo. Ma il WWF è duro e diretto: “Più che di iene si è trattato di bufale, cioè di informazioni scorrette e di dati totalmente infondati”, ha commentato Enrico Ottolini, Delegato del WWF Italia per l’Emilia-Romagna. Insomma, il confronto tra le dichiarazioni dei residenti e i dati del centro di ricerca autorevole come il Wolf Appennine Center, non regge.

Alla messa in guardia del WWF, si aggiunge quella di Legambiente: “Dopo la trasmissione Le Iene di ieri sera che ha toccato il tema Lupo – in cui peraltro un bracconiere del parmense ammetteva l’uccisione di diversi lupi (un reato di tipo penale) – gli attriti sul territorio sono arrivati alla ribalta nazionale. Peraltro dando ampio spazio ad esagerazioni e mistificazioni” si legge in una nota. L’Associazione si dice pronta a muoversi per vie legali per verificare la veridicità dei reati dichiarati e perseguire i colpevoli. “Tali fenomeni non si registrano in quei territori dove si è attivata una politica seria di convivenza tra uomo e Lupo. E’ il caso delle aree in cui è attivo il WAC (Wolf Apennine Center) del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, composto da un gruppo di esperti che si occupano di rendere efficaci le misure di prevenzione dei danni e di dialogare con cittadini, allevatori ed agricoltori, garantendo correttezza di informazione – continua Legambiente –. In tale contesto non si sono mai verificati i problemi invece registrati nella vicina area parmense ed il livello di scontro mediatico non ha mai superato il livello di guardia. Occorre quindi che tale modello venga replicato sul tutto il territorio regionale, facendo tesoro di quell’esperienza positiva. Solo la Regione ha la possibilità di attuare questo tipo di percorso, creando sinergia tra Area Ambiente e Assessorato all’Agricoltura.”

 

 

 

 

 

 

Esposto alla Procura contro i contenuti del servizio

A farlo, la Società italiana per la Storia della Fauna “Giuseppe Altobello” Onlus

2 comments

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *