8 Settembre 2015

Start up e disoccupazione

Start up e disoccupazione

Regione ER: 20 milioni sul Fondo StartER, 10 milioni sui bandi spin off tecnologici e 6 sulla rete incubatori


“Positive le proposte del presidente di Unindustria Vacchi: solo gli sforzi di tutti, imprese e Istituzioni insieme, possono contrastare la disoccupazione e rafforzare la ripresa economica”. Così l’assessore regionale alle Attività produttive Palma Costi interviene sul tema della lotta alla disoccupazione e delle start up.

“Siamo talmente d’accordo sull’esigenza di fare squadra – afferma Costi – che abbiamo siglato il Patto per il lavoro, con il preciso scopo di realizzare azioni e strumenti capaci di generare nuova occupazione, sviluppo e coesione sociale”.

“Le start up sono per noi un punto di forza – prosegue l’assessore -: abbiamo impegnato oltre 20 milioni di euro sul fondo StartER, quasi 10 milioni sui bandi per gli spin off tecnologici e altri 6 sulla rete degli incubatori in corso di ultimazione. Non è un caso che oggi la nostra regione sia la seconda in Italia per numero di imprese innovative. Quindi siamo particolarmente soddisfatti del progetto di Unindustria e Comune di Bologna che destinerà oltre 40 milioni di euro alle start up innovative. Una decisione che consolida e rafforza le scelte fatte dalla Regione in questi anni”.

“Anche la necessità di creare nuova occupazione – aggiunge – è al centro dei nostri pensieri e del nostro operato. Abbiamo scelto di puntare sull’Agenzia regionale per il lavoro, convinti che solo un sistema integrato pubblico-privato per migliorare l’incrocio tra domanda e offerta, con una formazione adeguata, possa rappresentare una risposta concreta ed efficace. In questa scia – conclude Costi – il raccordo tra sistema delle imprese e Agenzia regionale per il lavoro permetterà di affrontare anche il tema della collocazione lavorativa di uomini e donne che si trovano nella fascia d’età più penalizzata”.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *