13 Giugno 2017

Il Parma è in finale. Parma – Pordenone: 6 a 5 dopo i rigori

Il Parma è in finale. Parma – Pordenone: 6 a 5 dopo i rigori

Semifinale a Firenze, rete di Scaglia al 16°. Pareggia Marchi all’80°


Davanti a 1500 persone, che sono arrivate a Firenze per sostenere i crociati, il Parma cerca di conquistare la finale, contro un Pordenone che ha dovuto giocare una partita in più in questi playoff. E che nel girone regolare per ben due volte è passato in vantaggio facendosi raggiungere superare dal Parma sia in casa che al Tardini.

E anche in questo primo tempo il Pordenone parte forte, diventando subito pericoloso al 7° minuto con Cattaneo, che si fa murare un tiro da Di Cesare, dopo un insidioso cross dalla destra.

Gol. Il Parma passa al 16°, alla prima vera occasione con Aberto Scaglia che ha realizzato dopo uno schema su calcio d’angolo battuto corto da Scozzarella su Baraye, che con un lieve velo ha liberato il terzino che ha insaccato dal limite.

Scaglia sfiora il raddoppio in contropiede, ma il Pordenone trova subito dopo, al 23°, l’occasione più pericolosa della partita, con Cattaneo che tira un preciso diagonale di un soffio a lato sulla sinistra di Frattali.

Il Parma riesce ad alzare il baricentro della partita, ma subisce le accelerazioni improvvise del Pordenone, che con Cattaneo si rende ancora pericoloso, con un tiro che Frattali blocca a terra, dopo una prima incertezza.

Esce Scozzarella, infortunato. Al suo posto Corapi, quando mancano sei minuti più recupero al termine della prima frazione di gioco.

Occasione Pordenone al 42°: cross Cattaneo e colpo di testa di Pietribiasi che, sotto porta, colpisce di fronte, troppo avanzato e la palla finisce fuori. Incredibile occasione di Nocciolini, che spara alto a pochi secondi dal termine un invitante passaggio all’indietro di Baraye. Finisce il primo tempo, il Parma in vantaggio, il Pordenone non è riuscito a dare consistenza ala propria reazione e in più di un’occasione ha rischiato di subire il secondo gol.

Riprende il gioco, dopo cinque minuti rapidi rovesciamenti di fronte da entrambe le parti, ma nessuna azione pericolosa. Il Pordenone si fa vedere, come il Parma che cerca di colpire in contropiede, ma non riesce a chiudere la partita, esponendosi al rischio del pareggio.

E il Pordenone in due minuti, al quindicesimo prima si avvicina al gol con Cattaneo, poi si divora un’occasione incredibile con Pietrabiasi che a pochi metri dal portiere tira addosso a Frattali. Adesso il Pordenone ha troppo spazio e il Parma rischia, schiacciato nella propria metà campo.

Nel frattempo esce Mazzocchi ed entra capitan Lucarelli. Altra occasione per il Pordenone, tiro dalla distanza fuori. Intanto esce Pietrabiasi ed entra Padovania per i neroverdi.

Ammonizione ingiusta di Corapi, gli viene fischiato un fallo dubbio, ma il cartellino impedirà al gialloblu di giocare la finale: era diffidato. Dopo pochi secondi stesso destino per Saglia, anche lui salterà l’eventuale finale. Mancano quindici minuti e il Parma continua a subire e soffrire.

Il Pordenone pareggia, dopo un assedio durato oltre mezzora, insacca a dieci minuti dalla fine con Marchi, che insacca dal limite. Un  Parma troppo rinunciatario si fa raggiungere e solo ora rialza la testa. D’Aversa cambia Nocciolini con Edera, ultima sostituzione disponibile dopo le prime due obbligate per altrettanti infortuni.

Il Parma non è stato in grado di difendere il vantaggio maturato ad inizio partita e adesso dovrà giocarsela ai supplementari.

Si  riparte, ormai gli schemi di gioco sono saltati ed entrambe le squadre sono aggressive: occasione Parma su corner, ma Iacoponi e Scavone si ostacolano a vicenda al momento di ribadire in rete di testa. Palla alta.

Ultima sostituzione del Pordenone, esce Cattaneo. Buona la sua partita. Occasione Parma, punizione che sfiora il palo alla sinistra del portiere Tomei. Finisce qui il primo tempo supplementare.

Si ricomincia dopo pochi minuti di pausa, Pordenone subito pericoloso con Buratto, para Frattali. Ormai le squadre giocano a tratti, sembra che entrambe attendano i calci di rigore. Il Parma chiude in attacco, ma non basta e all’ultimo secondo il Pordenone reclama un rigore per fallo su Buratto, per l’arbitro è tutto regolare. Finisce qui.  A decidere chi sarà la finalista saranno i calci di rigore.

Inizia il Pordenone con Padovan: rete. Va Edera: gol. Pordenone, tira Maggioni: parata. Scaglia per il Parma: rete. Pordenone con Suci: gol. Al dischetto Scavone: palo. Pordenone: rete. Parma: Corapi segna. Pordenone: Burrai  rete. Va Munari: retee del Parma. Dopo i primi cinque rigori siamo 4 a 4.

Torna sul dischetto il Pordenone: parata. Lucarelli: rete. Il Parma è in finale.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *