16 novembre 2015

Libri universitari fotocopiati, fiamme gialle in copisteria

Libri universitari fotocopiati, fiamme gialle in copisteria

Sequestrati un centinaio di testi per violazione della Legge 633/1941 che disciplina la materia sui diritti d’autore. Per il soggetto denunciato, rischio di reclusione da sei mesi a quattro anni


La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato un centinaio di libri di testo universitari, dopo una segnalazione pervenuta al 117. Si tratta di reprografia illecita di opere tutelate dal diritto d’autore, ovvero la fotocopiatura di libri e testi didattici e non solo. I testi sequestrati, per lo più volumi universitari di Psicologia, Sociologia e Diritto, venivano venduti fino a 50 euro a copia, permettendo al titolare della copisteria di conseguire introiti in maniera illecita.

La Guardia di Finanza ricorda come la Legge 633/1941 consente la riproduzione di opere dell’ingegno pubblicate per la stampa, esclusivamente “per uso personale” del cliente, previo pagamento di un compenso forfettario che ciascun punto di riproduzione deve corrispondere alla S.I.A.E. In ogni caso, non si può mai fotocopiare l’intero volume, ma solo una piccola parte: il limite massimo è fissato al 15 per cento di ciascun volume. Nulla di tutto questo avveniva all’interno della copisteria parmigiana controllata: i libri venivano fotocopiati per intero e venduti agli studenti alla metà (o anche meno) del prezzo di copertina.

La Procura della Repubblica di Parma ha immediatamente convalidato il sequestro operato per violazione della Legge 633/1941 che disciplina la materia sui diritti d’autore, modificata dal D.Lgs. 21 febbraio 2014, n. 22 e dal D.Lgs. 10 novembre 2014, n. 163: il soggetto denunciato rischia da sei mesi a quattro anni di reclusione, oltre al pagamento di una ammenda fino all’ammontare di 15.493 euro, cui si somma una ulteriore sanzione che sarà proporzionata al valore commerciale delle opere copiate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *