22 Ottobre 2016

Letto Riletto: il successo senza tempo dei fumetti

Letto Riletto: il successo senza tempo dei fumetti

Storie di commercio. Immersi nel mondo del fumetto e non solo…


di Marta Barbieri

Il fumetto resiste nonostante il dilagare della tecnologia e il negozio “Letto Riletto” in Borgo Regale, a Parma, ne è la prova: un luogo in cui poter percepire ancora l’odore della carta e provare il piacere di sentirla scorrere sotto i polpastrelli. Mentre si sfogliano le pagine dei fumetti è possibile ammirare immagini e colori, grazie alla fusione tra linguaggio verbale ed iconico. “Letto Riletto” è una fumetteria che riesce a stare al passo con i tempi ed, in contemporanea, a mantenere vivo il mito dei fumetti, conciliando innovazione e tradizione. Una meta da non perdere per tutti gli appassionati del genere, che troveranno sia fumetti d’antiquariato che fumetti più recenti, ma anche per chi ama i libri e la lettura… rimarrete sorpresi dalla vasta scelta di titoli! 

Come e quando è nata l’attività?
«Circa vent’anni fa abbiamo aperto un piccolo negozio di fumetti in Borgo del Correggio, successivamente ci siamo spostati in un altro negozio più grande. Poi, circa dieci anni fa, abbiamo rilevato la gestione di “Letto e Riletto” e ci siamo trasferiti qui in Borgo Regale. È nato come un hobby ed è diventato un lavoro: inizialmente io e il mio socio aprivamo solo la mattina siccome entrambi facevamo altri lavori, poi io ho smesso il mio lavoro precedente e mi sono completamente dedicata a questa attività» racconta la titolare.

Com’è la cultura del fumetto in Italia?
«In Italia abbiamo una cultura del fumetto diversa rispetto ad altri Paesi europei. A Parigi, ad esempio, la via a fianco della Sorbona è popolata da fumetterie. In Belgio, invece, i comics sono venduti anche nelle panetterie. Sarebbe bello, unendosi ad altre fumetterie, aprire un polo di lettura di fumetti ma purtroppo in Italia non è così facile».

Non vendete solo fumetti giusto?
«Sì, vendiamo anche figurine, gadgets, prodotti di Games Workshop, CD di musica e libri, principalmente su internet, siccome in negozio manca lo spazio per esporre tutta la merce. Abbiamo libri di fantascienza, horror, d’arte e libri illustrati per i bambini. Oramai, chi ci conosce, arriva in negozio con la lista dei libri che vuole ordinare. Al giorno d’oggi è molto importante adattarsi ai nuovi metodi di vendita, come il commercio online, utile soprattutto a chi abita lontano dai centri abitati grazie alla comodità di comprare rimanendo a casa. Ogni tanto partecipiamo anche a fiere del Fumetto».

A cosa servono le cassette dietro al bancone?
«Le cassette dietro alla cassa servono per gli abbonamenti: ogni cassetta è numerata e corrisponde ad un cliente, vi vengono inseriti i fumetti richiesti e una volta al mese passano a ritirarli. Abbiamo circa 400 cassette, tutte attive. Ci sono clienti affezionati che vivono all’estero ma che appena rientrano a Parma passano di qui per ritirare i loro fumetti».

Avete una clientela tipica?
«I clienti variano, non abbiamo un tipo di cliente specifico. Questo anche per quanto riguarda la vendita su internet. Diciamo che quella dei fumetti, così come quella dei libri, rimane una clientela abbastanza variegata. I fumetti manga sono prediletti da una clientela giovane, però non c’è una fascia d’età specifica per chi legge i fumetti, si va dai più piccoli ai più anziani. Ci sono bambini che sono appassionati di fumetti, uno ad esempio viene sempre per prendere il numero “più basso” di Topolino. Alcuni clienti trascorrono mezza giornata in negozio a consultare i vari fumetti. Abbiamo molti acquirenti che comprano su internet dall’estero, principalmente dall’Europa orientale o dai Paesi asiatici, dove sono molto richiesti i CD musicali. È un lavoro divertente, proprio perchè si viene a contatto con persone diverse e si conosce sempre gente nuova».

Ultimamente stanno spopolando i fumetti in formato digitale, che permettono di essere letti senza acquistarne la copia cartacea. Si preferisce leggere online o molti appassionati comprano ancora il fumetto realizzato su carta?
«Il fumetto online va a discapito dei fumetti cartacei, c’è chi li legge direttamente dal computer o dal cellulare senza comprare la copia cartacea. Ciò accade per il fumetto moderno, difficilmente per quello d’antiquariato. Diciamo però che chi ama il fumetto lo preferisce in forma cartacea rispetto a quella sul web, siccome il bello del fumetto è proprio quello di sfogliarlo, ammirarne le immagini e i colori. C’è anche chi legge prima il fumetto online e poi viene in negozio ad acquistarlo».

C’è un fumetto più richiesto rispetto ad altri?
Risponde Alessandro, che lavora da “Letto Riletto” oramai da dieci anni: «Ultimamente è molto richiesto il manga, però essendoci una clientela variegata e differenti fasce di età tra i clienti non c’è un fumetto che prevale rispetto ad un altro. I più venduti rimangono Tex, Dylan Dog e l’Uomo Ragno. Molto richiesto in Italia è anche Rat Man il cui autore, Leo Ortolani, vive a Parma».

La vendita dei fumetti è influenzata dalla loro riproduzione al cinema, sul grande schermo?
«Sì, il fumetto viaggia di pari passo con il film. Molti, soprattutto lettori occasionali, leggono il fumetto quando esce il film, come è successo ad esempio con Star Wars: appena è uscito il film sono state vendute tantissime copie. Con l’uscita del film sul grande schermo sono principalmente in voga i fumetti di supereroi, della Marvel Comics e della DC Comics. I veri appassionati di fumetti però tendono a rimanere fedeli e a preferire il fumetto rispetto al film».

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *