9 Ottobre 2019

L’appello del CDC d’Emilia: “l’Italia fermi Erdogan e l’invasione della Rojava”

Da / 2 settimane fa / Il fatto / Nessun commento
L’appello del CDC d’Emilia: “l’Italia fermi Erdogan e l’invasione della Rojava”

Il CDC dell’Emilia Romagna propone a tutti di realizzare una manifestazione nazionale davanti all’ambasciata turca a Roma nel più breve tempo possibile


Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci dai CDC di Bologna, Modena, Reggio E., Parma, Ravenna, Forli-Cesena e Rimini.

I C.D.C, ovvero i Coordinamenti Democrazia Costituzionale, dell’Emilia Romagna chiedono al governo italiano, ai gruppi parlamentari, alle forze politiche, ai sindacati e ai media italiani di impegnarsi per fermare il massacro che Erdogan, – dittatore che ha distrutto in Turchia lo Stato di Diritto , che ha finanziato e offerto protezione logistica all’ISIS e che calpesta quotidianamente i diritti umani di tanti uomini e donne – si sta apprestando a compiere nei confronti dei curdi con l’invasione da parte dell’esercito turco della regione della Rojava.

Regione dove è in atto l’unico esperimento di democrazia reale in quella martoriata area e dove curdi , turcomanni, arabi, persiani, azeri ecc convivono pacificamente in una comune responsabilità. Noi riteniamo che sia anche questa ragione , distruggere la realtà democratica della Rojava, a spingere il dittatore turco a ordinare l’invasione della Siria del nord.

L’ Italia e l’Europa non possono restare in silenzio e tutte le realtà democratiche devono mobilitarsi. Non dimentichiamo che la popolazione della Siria del nord, ed in particolare le milizie popolari curde femminili e maschili, hanno dato un contributo determinante alla guerra e alla vittoria contro l’ISIS. Vittoria importantissima per tutti noi, per la giustizia la sicurezza e il futuro del medio oriente e del resto del mondo.

Impedire a Erdogan di perpetrare questo crimine che – se realizzato ridarà forza all’ISIS ed a tutti i gruppi fondamentalisti che hanno sinora dominato in medio oriente con gravi conseguenze anche per la sicurezza di tutti – è un nostro dovere.

Il CDC dell’Emilia Romagna propone a tutti di realizzare una manifestazione nazionale davanti all’ambasciata turca a Roma nel più breve tempo possibile e , nel frattempo, di inviare migliaia di mail e di messaggi social per chiedere alle autorità di governo italiane ed europee di fermare con atti concreti l’invasione turca.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *