12 Aprile 2016

L’accusa del regista Giroldini: “Il Comune ha creato dossier su di me”

L’accusa del regista Giroldini: “Il Comune ha creato dossier su di me”

“Mi hanno negato il patrocinio per motivi personali”. L’assessore Ferraris: “ripetute intemperanze, denigrazioni ed illazioni nei confronti degli uffici e delle attività dell’assessorato che rappresento”. Opposizioni: “Inaccettabile che accada questo a Parma: si dimetta”


Due patrocini negati: sia per il festival “Cinema, storia e memoria”, che per “Parma Film Festival”. Ma qual è l’elemento che li accomuna? Hanno il difetto di essere stati organizzati dalla stessa persona, il regista Primo Giroldini, e quella persona non è simpatica e ha litigato con l’assessore alla cultura Laura Ferraris. E quel che è peggio, si è permesso di criticare l’attività dell’assessorato alla cultura.

Ma il regista lancia una grave accusa, dichiara di essere stato convocato ad un incontro per discutere della concessione del patrocinio per una sua manifestazione, durante il quale “ho capito che era stato preparato un fascicolo personale sul sottoscritto”, dopo di ché gli sono stati elencati tutti i finanziamenti ricevuti negli anni precedenti, e infine “sono stato accusato di connivenza” con le amministrazioni passate.

E infine il regista Primo Giroldini, si è visto giustificare il diniego con queste righe: “Sentiti i diversi pareri ed in accordo con il sindaco confermo di non ritenere coerente la concessione del patrocinio, viste le ripetute intemperanze, denigrazioni ed illazioni del soggetto proponente nei confronti degli uffici e delle attività dell’assessorato che rappresento, come previsto dallo stesso regolamento”.

La replica del regista alla motivazione del diniego al patrocinio: “Mai denigrata, ho solo espresso il mio giudizio sul suo operato, ritenendo che fosse inadeguata, e che stesse portando avanti una politica culturale non al livello della città. Di contro mi è stato detto che io sono stato connivente con Vignali, perché ho ricevuto dei finanziamenti per le mie iniziative in passato”.

Unanime la critica dell’opposizione, che annuncia un’interrogazione in consiglio sull’accaduto e chiede le dimissioni perchè “le valutazioni sui patrocini si fanno esclusivamente sul merito dell’iniziativa” afferma Paolo Buzzi (Forza Italia) e perché “certe cose in una città come Parma non possono accadere”, è il commento in conferenza stampa di Giuseppe Pellacini (Udc).

L’assessore Ferraris, in occasione della conferenza stampa sulle manifestazioni per la Festa della Liberazione rispose a Giroldini che denunciò il diniego del patrocinio per la manifestazione proposta dal suo circolo del cinema Kubrick in questo modo: “Diremo le motivazioni che abbiamo ritenuto essere piuttosto gravi, perché non è una procedura che viene attuata molto spesso, ma è prevista e documentabile e verrà documentata alla Regione”. Poi la frase che conferma che la scelta non è avvenuta nel merito dell’iniziativa, ma sulla persona proponente: “Le motivazioni non riguardano espressamente quest’iniziativa”.

Il fatto è che la Ferraris trascina con sé anche il sindaco in questa polemica, scrivendo nelle motivazioni del diniego “sentiti i diversi pareri ed in accordo con il sindaco…”. Un sindaco che proprio in occasione della conferenza stampa sulle celebrazioni della Liberazione intervenne in modo più moderato, dando la disponibilità ad una collaborazione per il futuro che adesso, dopo quanto scritto dal Comune, sembra proprio diventata impossibile. Questi i finanziamenti ricevuti da Parma Film Festival: 14.700 euro nel 2011, 8mila euro nel 2012; 4mila euro nel 2013 e 5 mila euro nel 2014 e 2015 (comunicati dallo stesso Giroldini).

 

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *