16 Maggio 2017

La replica di Effetto Parma: “WoPa? Un luogo ancora privato”

La replica di Effetto Parma: “WoPa? Un luogo ancora privato”

Caso carretti elettorali al WoPa. Tassi Carboni, presidente dell’Ordine Architetti, candidato per Pizzarotti e promotore del progetto replica a Ghiretti


La replica di Tassi Carboni  di Effetto Parma.  “Le dichiarazioni di Roberto Ghiretti riguardo al Wopa confermano, qualora ce ne fosse bisogno, che la coalizione di Paolo Scarpa ha intenzione di fare campagna elettorale su polemiche strumentali in assenza di contenuti. Incredibile, infatti, come un consigliere comunale ignori le norme che regolano le attività al Wopa. Sono i giochetti tipici dell’epoca Vignali, normale che tornino a essere utilizzati da chi si propone come un autentico Vignali bis, con ben quattro ex assessori in squadra. I giudizi espressi, basati su fatti palesemente falsi, non meriterebbero replica, se non fosse che vengono attaccate e coinvolte persone che nulla hanno a che fare con questa contesa elettorale.
Se è giustificabile che le migliaia di persone che dal WoPa passano e che lì hanno trovato un luogo dove realizzare i propri progetti ed esprimere la propria creatività non conoscano i dettagli di questa innovativa e straordinaria iniziativa, pare difficile comprendere come chi ricopre il ruolo di consigliere comunale (che più volte si è espresso con il proprio voto sul tema) possa ignorare i contorni giuridici e formali che consentono lo svolgimento delle attività al WoPa.

Basterebbe ricordare che il luogo è ancora di proprietà privata (e non pubblica, come erroneamente riferisce Ghiretti) e che l’utilizzo da parte di Effetto Parma è stato pagato al pari di qualsiasi altro soggetto che usufruisce degli spazi. E ancora che tutte le forze politiche impegnate oggi in campagna elettorale sono state ospitate con la stessa disponibilità, che da maggio 2015 si sono svolti 985 eventi con 127 mila presenze, che il Wopa non riceve finanziamenti pubblici, che i vari promotori di iniziative lasciano spesso – che per un giorno, una settimana o un anno – parte degli allestimenti presso il WoPa, che i soci di Workout Pasubio prestano la propria opera in forma volontaria. Chiedete conferma alle centinaia di persone con le quali abbiamo collaborato, non temiamo smentite.

Quindi dov’è lo scandalo? Non esiste, se non nella mente di chi, in mancanza di un programma serio, punta su questo genere di attacchi per gettare fango e screditare il lavoro altrui. Ma perché sporcare sempre tutto? In politica è normale? Noi crediamo di no e non ci abbasseremo a questo modo scorretto di procedere. Un modo che priva i cittadini del sano confronto fra le idee e solletica colpevolmente la pancia dei distratti. Se questo deve essere il terreno di confronto ed il livello delle critiche, allora questo è il vero degrado che, come comunità, dovremo combattere.

Stimo abbastanza gli amici impegnati su fronti diversi dal mio – conclude Tassi Carboni – perché l’incidente possa trovare la giusta dimensione per tornare a discutere delle sfide che abbiamo davanti ed impegnarci nella cura dei veri bisogni dei cittadini. Infine apprezzerei molto l’esercizio della sana pratica di chiedere scusa per le infelici esternazioni.”

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *