28 Agosto 2015

IREN Spa: utile netto di 102 milioni nel primo semestre

IREN Spa: utile netto di 102 milioni nel primo semestre

Ricavi che si attestano a 1,579 miliardi, indebitamento che si riduce di 131 milioni


 I risultati approvati dal Consiglio di Amministrazione di Iren il 27 agosto evidenziano in particolare un utile netto pari a 102,6 milioni di euro, migliorato di circa un terzo (+33,3%) rispetto a 77,0 milioni di euro registrati nel primo semestre 2014.

Altra nota molto positiva la riduzione dell’Indebitamento finanziario netto che si attesta a 2,155 miliardi di euro, con una riduzione di 131 milioni di euro rispetto alla chiusura dello scorso anno. Nel primo semestre del 2015 gli investimenti del periodo e i dividendi sono stati agevolmente coperti dal flusso di cassa generato dalle buone performance di business e da una riduzione del capitale circolante netto.

In aumento anche i ricavi che si attestano a 1,5795 miliardi di euro, in crescita del 3,8% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Tale risultato deriva sia da una situazione climatica invernale più vicina alle medie storiche, che ha permesso l’incremento di volumi di gas e calore venduti, sia dall’allargamento del perimetro di consolidamento del Gruppo, all’interno del quale è entrata AMIAT (la società che svolge l’attività di raccolta rifiuti nella città di Torino).

Per quel che riguarda i diversi settori, la maggiore crescita è da registrarsi nel settore Ambiente con ricavi pari a 233,7 milioni di euro e una crescita del 102,3% rispetto al 30 giugno 2014 , frutto principalmente  del consolidamento integrale di AMIAT S.p.A, nonché all’incremento del servizio di igiene ambientale, dei ricavi legati al pieno esercizio operativo del polo integrato ambientale di Parma e al deciso incremento della raccolta di rifiuti speciali (+ 59,1%).

Nel corso del periodo di riferimento, sono stati trattati circa 865.000 tonnellate di rifiuti, in notevole aumento (+66%) rispetto alle 520.000 del primo semestre 2014.

In crescita i ricavi  delle  Infrastrutture energetiche con investimenti lordi che ammontano nel primo semestre  a 28,1 milioni di euro destinati all’ammodernamento della rete gas in particolare attraverso l’installazione di impianti di protezione catodica, l’installazione di misuratori elettronici e la sostituzione delle condotte in ghisa grigia, oltre alla realizzazione e ammodernamento delle cabine di trasformazione elettrica.

Anche il Servizio idrico integrato ha registrato margini in crescita rispetto al 30 giugno 2014 mentre nel settore Generazione e Teleriscaldamento le maggiori produzioni elettriche (+8%) e di calore (+5%) sono state controbilanciate principalmente dalla scadenza dell’incentivazione sulla centrale di Moncalieri;  Il settore Mercato infine, registra risultati in forte crescita grazie a premianti politiche di approvvigionamento e vendita messe in campo dal Gruppo, soprattutto sul ramo gas.

Buoni risultati dunque per il Gruppo Iren che lo scorso 17 giugno ha presentato il nuovo piano industriale focalizzato sul raggiungimento di importanti sinergie derivanti dal nuovo assetto organizzativo, da un rilevante piano di razionalizzazione societaria e da una serie di progetti organizzativi finalizzati all’efficienza operativa.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *