28 Giugno 2015

Iren tira dritto: nessun pericolo per la salute

Iren tira dritto: nessun pericolo per la salute

Alla richiesta di non potenziare la capacità di smaltimento dell’inceneritore la multiutility replica che non esistono pericoli. Tariffazione puntuale cambiano le regole per le famiglie con bimbi minori di 30 mesi


I nuovi camion che serviranno per bruciare 60mila tonnellate di rifiuti in più all’anno si traducono, secondo Iren, in un aumento di 8 mezzi al giorno rispetto agli attuali, che porteranno il numero complessivo del traffico a 16. Roberto Paterlini, Ad di Iren, risponde alle domande in quella commissione ambiente presieduta da Fabrizio Savani che porta la richiesta del consiglio comunale che vorrebbe la rinuncia della sua società alla richiesta inoltrata per ottenere l’autorizzazione per bruciare più rifiuti.

La sua risposta è chiara: “portare la capacità di smaltimento dell’inceneritore da 135mila a 195mila tonnellate all’anno di rifiuti, non comporterà un problema per la salute dei cittadini, nessun rischi emissioni. Iren, dunque, tira dritto, anche perché, ribadisce Paterlini, “l’inceneritore è autorizzato a bruciare anche ben di più di 195mila tonnellate”.

Iren ha poi ricordato che fino al 2002 era attivo l’impianto del Cornocchio e si iniziò a progettare l’attuale termovalorizzatore nel 2006, quando la raccolta differenziata era al 56% e si producevano 108mila tonnellate di rifiuti all’anno “nel 2014 è finita l’emergenza e  l’impianto ha trattato 115mila tonnellate, ne ha ricevute 125mila”, ha precisato sempre Paterlini

Intanto i legali Allegri e De Angelis diffidano Comune e provincia dal concedere l’autorizzazione e chiedono a Pizzarotti di attivare una centralina per l controllo delle emissioni in prossimità dell’inceneritore

E alla vigilia del varo della Tariffazione puntuale, il Comune ritocca le ultime regole, ecco il comunicato:

Con la presente si comunica che, diversamente da quanto finora comunicato sullo specifico tema, l’Amministrazione Comunale ha deciso che a tutte le famiglie con bambini di età inferiore ai 30 mesi non verrà addebitato nulla di più oltre la tariffa minima annuale (non verranno cioè addebitati a queste famiglie gli svuotamenti eccedenti i minimi previsti da calendario nella zona di residenza).

Pertanto, ad esempio, nel caso di famiglia standard composta da 3 persone che abitano in 100 m2, la tariffa annuale sarà euro 237 (il minimo applicabile) a fronte del massimo numero di svuotamenti possibile (come da calendario della di residenza), quindi minore del costo calcolato con l’attuale metodo (Euro 254) e con la stessa frequenza del servizio reso attualmente agli utenti che hanno richiesto il servizio pannolini (2 passaggi a settimana in centro, oltretorrente e nei quartieri all’interno tangenziali, 1 passaggio nelle frazioni all’esterno tangenziali)

Alcune precisazioni:

– la presente rettifica e sostituisce quanto precedentemente comunicato sul tema, ovvero i 28 euro di sconto a figlio in bolletta non saranno più corrisposti in quanto di fatto assorbiti con i nuovi criteri

– non è necessario presentare alcuna domanda, il tutto avverrà in automatico;

– per le famiglie che in passato avevano fatto richiesta del secondo bidoncino, si precisa che questa nuova disposizione – che permette alle famiglie con bambini sotto i 30 mesi di usufruire del numero massimo di svuotamenti per la zona di residenza alla tariffa minima applicabile – si riferisce all’uso di un solo bidoncino per la raccolta del rifiuto “residuo”.

Pertanto, si consiglia alle famiglie che si trovano in questa situazione di restituire ad Iren il bidoncino aggiuntivo, non necessario, o mantenerlo, se si preferisce, consapevoli che il costo annuo subirà una variazione in aumento. Dai dati rilevati vi è infatti solo 1/3 degli utenti con figli sotto i 30 mesi che ha richiesto all’avvio del nuovo modello di raccolta il secondo bidone, con statistiche rilevate di effettivo utilizzo bassissime rispetto alla possibilità di esposizione.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *