27 Luglio 2017

Interventi sicurezza in Appennino: 22 comuni del Parmense coinvolti

Interventi sicurezza in Appennino: 22 comuni del Parmense coinvolti

Dalla Regione un finanziamento pari a 11 milioni e 700 mila euro per un totale di 287 nuovi cantieri


Al via 287 nuovi cantieri per opere di sicurezza territoriale e contro il dissesto in Appennino. Interventi programmati dai Consorzi di bonifica dell’Emilia-Romagna in tutte le aree montane e finanziati complessivamente con oltre 11 milioni 700 mila euro.

Nel Parmense sono 22 i comuni interessati, per un totale di 29 interventi. Si tratta di Salsomaggiore, Calestano, Bedonia, Pellegrino, Corniglio, Neviano degli Arduini, Traversetolo, Langhirano, Lesigano Bagni, Calestano, Sala Baganza, Felino, Berceto, Terenzo, Fornovo, Taro, Solignano, Varano de’ Melegari, Compiano, Albareto, Valmozzola e Tornolo.

I lavori, che saranno realizzati quest’anno, riguarderanno il presidio dei torrenti e fossi minori, il consolidamento dei versanti della montagna, la manutenzione della vegetazione lungo i corsi d’acqua, delle strade e degli acquedotti di bonifica in vari comuni delle province di Parma, Piacenza, Modena, Reggio Emilia, Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

“L’obiettivo è reinvestire in progetti e interventi in Appennino, entro pochi anni, almeno il 70% dei proventi della bonifica provenienti dai cittadini e dalle imprese di questo territorio- spiegano Paola Gazzolo e Simona Caselli, assessori regionali alla Difesa del Suolo e all’Agricoltura-, come previsto dalla legge regionale. Per fare ciò abbiamo lavorato insieme ai Consorzi e sostenuto le strategie e le procedure più virtuose, basate tra l’altro sulla riduzione dei costi generali di funzionamento dei servizi e di riscossione. Ora continuiamo sulla strada tracciata per ottenere risultati sempre migliori”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *