20 Aprile 2018

Ingerisce per sbaglio soda caustica, bimba salvata al Maggiore

Ingerisce per sbaglio soda caustica, bimba salvata al Maggiore

Durante un matrimonio la scorsa estate, le era stato accidentalmente dato un bicchiere della sostanza scambiata per acqua


Dall’inferno a quello che sembra un miracolo. E’ questa la storia di Anna Maria, bambina di 10 anni di Bari e della sua famiglia che, dopo un lungo calvario possono finalmente tornare a vivere normalmente. Tutto è iniziato lo scorso settembre, quando ad un matrimonio in Puglia la bambina beve per sbaglio un bicchiere di soda caustica, scambiata per acqua. Immediatamente la bimba inizia a vomitare sangue e piangere per il bruciore allo stomaco, e per questo viene subito portata all’Ospedale di Bari dove, tuttavia, il suo quadro clinico nei giorni successivi non migliora. Per questo, dopo che la bimba aveva perso 20 chili in un corpetto già esile di suo, i genitori sono riusciti a mettersi in contatto con Gian Luigi de’ Angelis, gastroenterologo dell’Ospedale Maggiore di Parma che, compresa la gravità delle situazione, ha subito iniziato le cure sulla bimba.

Così, dopo sette mesi di cure e 17 operazioni, la situazione sta pian piano migliorando, con Anna Maria che finalmente ha ripreso ad andare a scuola. Intanto, nonostante ci voglia ancora del tempo per tornare ad un condizione ancora migliore, la vita della famiglia della piccola è tornata a scorrere tranquillamente.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *