1 Febbraio 2019

Infortuni sul lavoro: più di 9mila denunce a Parma nello scorso anno

Infortuni sul lavoro: più di 9mila denunce a Parma nello scorso anno

Ivan Bersani esprime netta contrarietà all’emendamento contenuto nella Legge di Bilancio 2019 che prevede dal 1° gennaio 2019 la riduzione delle tariffe dei premi INAIL


Gli ultimi dati relativi alla sicurezza sul lavoro in Italia risultano molto preoccupanti, e la regione Emilia-Romagna non ne è esclusa.

In totale, nel 2018, gli infortuni hanno riguardato 86 mila lavoratori nella regione, di cui 9712 solo a Parma. Gli incidenti mortali sono stati 12 in città e 115 in tutta la regione.

Ivan Bersani, presidente regionale dei comitati INAIL, afferma che “la riduzione generalizzata delle tariffe dei premi assicurativi INAIL è iniqua e sconsiderata”. Come dice il sindacalista, bisogna utilizzare le risorse per incentivare quelle aziende che investono realmente in salute e sicurezza sul lavoro per contrastare questo fenomeno.

Le denunce di malattie professionali denunciate nella nostra regione sono, invece, in calo: 6388 nel 2018. Un dato apparentemente positivo, se confrontato con quelli degli anni precedenti, ma non completamente affidabile secondo Bersani “perché potrebbe anche celare la scarsa propensione dei Medici Competenti e dei Medici di Base a denunciare quelle che sono patologie di origine professionale. Vi è poi il timore dei lavoratori di perdere il lavoro in un periodo di crisi, e- continua- non aiuta l’atteggiamento restrittivo delle sedi INAIL in Emilia Romagna, con oltre l’80% delle richieste di malattia professionale respinte in prima istanza”.

La riduzione dei premi INAIL prevista dalla Legge di Bilancio 2019 è entrata in vigore dal 1° gennaio.

 

Fonte: Parmapress24. Per leggere l’articolo completo: https://bit.ly/2MLTOcO

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *