3 Febbraio 2019

Influenza, siamo nel picco endemico stagionale

Influenza, siamo nel picco endemico stagionale

Dall’ultimo rapporto Influnet dell’Istituto superiore di Sanità, la fascia più colpita è quella tra 0  e 4 anni. Per gli anziani, a Parma è operativa l’unità mobile che cura le persone più fragili direttamente nelle Case Residenza evitando il ricovero in ospedale


“Nella 4° settimana del 2019, ci si avvicina al picco epidemico stagionale. Ancora un brusco aumento del numero di casi di sindrome influenzale, soprattutto nella fascia di età pediatrica sotto i cinque anni in cui l’incidenza è passata da 28 a 37 casi per mille assistiti nella settimana nella settimana 21 – 27 gennaio 2019”. Questo l’ultimo aggiornamento (30 gennaio) del rapporto Influnet il monitoraggio sull’andamento del virus coordinato dall’Istituto superiore di Sanità mediante le segnalazione di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta.

Anche a Parma, i dati segnalano un picco di casi influenzali, soprattutto per i bambini rispetto agli anziani. “Soprattutto tra gli anziani – spiega Tiziana Meschi direttore del dipartimento Geriatrico-riabilitativo – la percentuale di pazienti positiva al tampone del virus si aggira attorno al 4 per mille. Abbiamo però registrato molto forme parainfluenzali soprattutto di origine gastroenterica”.

Per gestire al meglio le emergenze epidemiologiche tipiche dell’inverno l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma ha potenziato l’accoglienza, allestendo 56 letti in area internistica, in particolare nelle Torri delle Medicine, in Clinica e Terapia Medica e in geriatria. “Da quest’anno – spiega  il direttore sanitario Ettore Brianti – abbiamo inoltre istituito un percorso di cura direttamente in alcune Case Residenza anziani del distretto di Parma e Sud est, con lo scopo di seguire il percorso di cura di persone particolarmente fragili direttamente sul posto riducendo l’ospedalizzazione e soprattutto portando l’ospedale direttamente dal paziente e non viceversa”.

Per quanto riguarda invece i piccoli, la situazione in Pediatria nell’ultimo week end di gennaio ha registrato circa 200 accessi. “Molti piccoli sotto i 4 anni di età con influenza e bronchioliti  hanno necessitato del ricovero in ospedale – spiega Icilio Dodi direttore della Pediatria generale d’urgenza del Maggiore di Parma-. Il consiglio è sempre quello di rivolgersi prima al Pediatra di libera scelta  per le valutazioni caso per caso, gli stati febbrili molto spesso infatti necessitano solo di un trattamento antipiretico  per i successivi 2 e 3  giorni”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *