19 Settembre 2019

Ascom: “Via Mazzini, ritardo nei lavori e impegni non rispettati”

Ascom: “Via Mazzini, ritardo nei lavori e impegni non rispettati”

“Indispensabile un nuovo reale calendario dei lavori, nessuna comunicazione e grave danno alle attività coinvolte. Ora riduzione del 40% delle utenze”


“Nei giorni scorsi i suoi uffici ci hanno inviato le ordinanze 975 e 976 in cui vengono ufficializzati i nuovi tempi di realizzazione di una parte dei lavori previsti su via Mazzini, mentre le stesse ordinanze nulla dicono in merito agli ulteriori lavori sulla via a suo tempo previsti e presentati dall’Amministrazione – scrive in una nota Ascom -. Vista l’importanza di queste nuove comunicazioni ci saremmo aspettati una vostra preventiva e più dettagliata informativa”.

“I termini indicati in tali ordinanze posticipano la chiusura dei cantieri su via Mazzini, sul tratto nord della via fra via Garibaldi e via Carducci al 10 Ottobre e nel tratto sud al 15 Ottobre. Pertanto 30 giorni in ritardo rispetto agli impegni presi con i commercianti della via e sulla base dei quali la nostra Associazione ha condiviso gli interventi informando con apposite circolari tutte le aziende coinvolte”.

“Preoccupa inoltre la mancata realizzazione dell’allargamento previsto nel tratto di via Mazzini da Piazza Garibaldi – via Garibaldi lato nord i cui lavori erano previsti dal 15/06 al 15/07 e che al momento non sono iniziati e dunque è prevedibile siano realizzati in pieno autunno”.

“Sin dalle prime riunioni svoltesi lo scorso maggio, come Associazione e in rappresentanza dei commercianti avevamo richiesto l’impegno da parte dell’Amministrazione di concludere i lavori entro e non oltre il 15 Settembre in vista della riapertura delle scuole e dell’imminente inizio di importanti eventi su Parma come il Festival Verdi, il Verdi Off, Salone del Camper e Mercante in fiera. Questo impegno era stato certificato dal suo Assessorato in una conferenza stampa di fine Maggio. Dobbiamo pertanto purtroppo registrare che gli impegni presi da parte dell’Amministrazione non sono stati rispettati con conseguenti gravi danni alle imprese commerciali della via, ma indirettamente anche a tutte quelle del centro storico”.

“Diventa ora indispensabile avere in modo chiaro e trasparente un nuovo reale calendario dei lavori, in modo da poterne dare tempestiva comunicazione alle imprese commerciali di via Mazzini. Avanziamo sin da ora la richiesta di prevedere, come stabilito nel Regolamento Comunale della TARI, una tariffa ridotta per le utenze commerciali coinvolte dai lavori pari al 40% come previsto all’art. 19 comma 8. Inoltre, a norma del Regolamento sull’imposta di pubblicità art. 16 comma 1, richiediamo l’esclusione dall’imposta a favore delle aziende per il periodo di realizzazione dei lavori”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *