5 Ottobre 2016

Inchiesta Pge, morsa a tenaglia Pd e M5S contro Pizzarotti

Inchiesta Pge, morsa a tenaglia Pd e M5S contro Pizzarotti

La deputata M5S Spadoni:”: “Intervenga il Ministero. I cittadini devono avere risposte alle denunce relative alle presunte irregolarità delle notifiche delle multe”. Maestri Pd: “Tempistica sospetta, ma il sindaco chiarisca”


“Le denunce pubbliche su evidenti incongruenze nella notifica delle sanzioni comminate da Parma Gestione Entrate rimangono senza una spiegazione chiara e definita e questo non è corretto nei confronti dei cittadini coinvolti”, denuncia la deputata del M5S Maria Edera Spadoni, che inizia ad occuparsi di Parma e di come viene amministrata dopo quattro anni e mezzo di silenzio.

Per fare chiarezza sulle modalità di lavoro della società partecipata del Comune, che nel frattempo ha azzerato i vertici, e che anche nei giorni scorsi ha avuto la visita della guardia di finanza, la deputata chiede “che sia attivata un’ispezione del Ministero”.

“Sono bastate poche ore alla deputata reggiana dei 5Stelle, Maria Edera Spadoni, per rendersi conto, dopo l’addio del Sindaco Pizzarotti al suo movimento, che nell’Amministrazione locale di Parma non tutto è così ‘rose e fiori’ come si è sempre cercato di raccontare e come credono, purtroppo, anche alcuni dirigenti del PD a livello nazionale, non avendo coscienza di quello che accade a Parma”, commenta la deputata Pd Patrizia Maestri.

La deputata del Partito democratico Patrizia Maestri interviene sull’uscita della parlamentare del M5S, avvenuta a poche ore dalla comunicazione del primo cittadino di Parma di lasciare il movimento, riguardo all’inchiesta della procura di Parma su Parma gestione entrate: “La tempistica – sottolinea Maestri – è certamente sospetta, è chiaro che c’è una volontà politica di mettere in difficoltà Pizzarotti su cui, sino a ieri, era necessario tacere. Ma è altrettanto chiaro che l’inchiesta su Pge è importante e sarebbe utile nei confronti dei cittadini che venisse fatta chiarezza al più presto. Ma il sindaco è invece già molto impegnato nella campagna elettorale e lascia da parte le priorità della città”, conclude la Maestri.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *