21 Dicembre 2016

Illuminazione pubblica: in fallimento la società aggiudicatasi l’appalto

Illuminazione pubblica: in fallimento la società aggiudicatasi l’appalto

Revocato l’impegno alla danese Hesalight, il Comune si riserva di affidare la gestione alla Gemmo Spa, seconda classificata


 

E’ pari a 38 milioni 230 mila euro l’importo messo a disposizione dal Comune di Parma per la gestione dell’illuminazione pubblica. Un importo che oggi viene tolto al raggruppamento di imprese Hesalight, Cpl Concordia, Consorzio Citea-Cler con capogruppo Hesalight con sede in Danimarca, aggiudicatario dell’appalto. E che verrà probabilmente affidato alla società classificatasi seconda, la Gemmo Spa.

E’ infatti in corso un contenzioso al Tar di Parma tra alcune imprese concorrenti e il Comune di Parma stesso. In particolar modo è stata la società arrivata seconda nella gara d’appalto a depositare al Tar un documento attestante la procedura concorsuale avviata nei confronti della capogruppo prima classificata, Hesalight, al tribunale danese di Roskilde.

Un documento che attesta il fallimento della stessa impresa vincitrice dell’appalto. Pertanto è stata annullata l’aggiudicazione definitiva e revocato l’impegno assunto a favore di Hesalight, Cpl Concordia, Consorzio Citea-Cler – per un importo di oltre 2 milioni 800 mila euro, relativo agli esercizi 2016/2017/2018. Il Comune, inoltre, si riserva la facoltà di affidare l’appalto alla società classificatasi seconda.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *