6 Marzo 2019

Il progetto “Integra” fa tappa a Fidenza con un convegno

Il progetto “Integra” fa tappa a Fidenza con un convegno
Il progetto “Integra” fa tappa a Fidenza con un convegno

Sabato 9 marzo nell’Aula A dell’Ospedale di Vaio-Un’iniziativa dell’Azienda USL insieme a numerosi partner


Uno screening della comunicazione e del linguaggio per bambini dai 18 ai 42 mesi, figli di migranti, con l’obiettivo di individuare precocemente eventuali disturbi dello sviluppo neuro-psico-sociali. E’ questo il cuore del progetto “Integra”, realizzato con il finanziamento dell’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per contrasto delle malattie delle Povertà (INMP), in collaborazione con l’ATS Val Padana, l’Asl di Matera, l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR e la Fondazione Fatebenefratelli.

In Italia i fenomeni migratori sono sempre più rilevanti. In particolare, i figli di migranti costituiscono una nuova fascia, specifica, di popolazione che merita un’attenzione particolare da parte di tutte le agenzie – sanitarie ed educative -chiamate a fornire percorsi adeguati per i bambini con difficoltà nell’area del neurosviluppo. 

In questa ottica, l’Azienda USL di Parma aderisce al progetto “Integra” e lo presenta sabato 9 marzonell’aula Adell’Ospedale di Vaio a partire dalle 9. 

Il convegno è inoltre un’occasione per i genitori di informazione e confronto sull’educazione bilingue, così come una opportunità di sensibilizzazione per le agenzie educative e di formazione per gli operatori dei servizi socio-sanitari, sui temi dell’accoglienza e all’identificazione precoce di disturbi dello sviluppo neuro-psico-sociale in bambini figli di migranti.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *