23 Luglio 2015

Il ponte della Navetta comincia a prender forma

Il ponte della Navetta comincia a prender forma

Sono stati 477 i parmigiani che hanno espresso il loro parere sui progetti presentati


 

Il ponte ciclo-pedonale della Navetta in sostituzione di quello andato distrutto dalla piena del Baganza del 13 ottobre scorso, comincia a prendere forma, anche se sulla carta, al termine del concorso che ha visto l’ufficializzazione dei primi tre progetti classificati.

Il concorso di idee per la ricostruzione del ponte ciclo-pedonale “Navetta”, può definirsi il primo esperimento cittadino di opera pubblica partecipata, fortemente voluto dall’assessore Michele Alinovi. Dopo il lavoro della commissione tecnica, che ha individuato i migliori 3 progetti da sottoporre a giudizio popolare fra i 89 presentati, sono stati infatti i cittadini a votare il progetto preferito, influenzando in tal modo il giudizio della giuria tecnica, arrivando a decretare la classifica finale.

La “giuria popolare” (si è votato sul sito del Comune  dal 26 giugno al 5 luglio) ha di fatto determinato  il vincitore del primo premio assoluto, che si è aggiudicato i 6.000 euro in palio, oltre alla possibilità di vedersi assegnato dal Comune l’incarico per i successivi livelli di progettazione.

La palma del vincitore è andata al progetto “A” firmato dal capogruppo Mario Macchiorlatti Dalmas, iscritto all’Ordine degli Architetti di Torino.

A ridosso del professionista torinese, con pochi punti di distanza e sulla base della combinazione fra i voti dei cittadini e quelli della “giuria tecnica”, si è classificato in seconda posizione il progetto “C”, presentato dal capogruppo Alessandro Felici, iscritto all’Ordine degli architetti di Roma, che si aggiudica il premio di 3.500 euro.

In terza posizione il progetto “B” dell’architetto parmigiano  Pietro Paolo Moretti, “medaglia di bronzo” con 2.300 euro di premio.

I voti dei cittadini sono stati in tutto 477, la somma del punteggio assegnato dalla Commissione tecnica e di quello ottenuto con il voto popolare hanno decretato la classifica finale.

In precedenza la commissione tecnica, presieduta dal dirigente comunale Tiziano Di Bernardo e composta da rappresentanti degli Ordini degli Architetti, Ingegneri, Provveditorato Interregionale  Opere Pubbliche e Servizio Tecnico di Bacino,  aveva stilato la sua graduatoria assegnando il punteggio più alto al progetto “C”, seguito dal progetto “A” e da ultimo il progetto “B”, senza conoscere i nomi degli autori. Il giudizio è stato poi parzialmente ribaltato dal voto popolare.

Il concorso, bandito dal Comune di Parma con il sostegno del “Rotary Club Area Emiliana 2”, apre di fatto la strada alla realizzazione del nuovo ponte ciclo-pedonale della Navetta, tanto caro al cuore di diverse generazioni di parmigiani, grazie allo stanziamento già annunciato di 1.400.000 euro, previsto nel decreto del Ministero delle Infrastrutture “Italiasicura”, da destinare alla realizzazione dell’opera nell’ambito degli interventi pubblici post-alluvione.

I progetti che hanno partecipato al concorso verranno  esposti al pubblico nel mese di settembre, in occasione della cerimonia di premiazione dei tre vincitori.

“Ringrazio la Commissione per il lavoro svolto ed il Rotary per il fondamentale sostegno all’iniziativa – afferma l’assessore Michele Alinovi – oltre alle associazioni dei commercianti del quartiere Montanara, il Comitato Alluvionati, il CUS Parma e il Rugby Parma che hanno ospitato la mostra dei tre progetti finalisti. Ringrazio inoltre i cittadini di Parma ed in particolare quelli del quartiere Montanara e Molinetto che hanno condiviso l’iniziativa, rivestendo un ruolo importante e determinante nella scelta del progetto vincitore”.

Per visualizzare le schede dei tre progetti selezionare ecco il link alla pagina del Comune di Parma

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *