1 Giugno 2015

Il Parma saluta la serie A con un pari, play-out il 9 giugno

Il Parma saluta la serie A con un pari, play-out il 9  giugno

Si chiude con il calcio giocato con un 2-2 contro la Sampdoria, due volte sotto, recupera al 43° del st. Reti di Palladino e Varela


Finisce la stagione del Parma e anche la Sampdoria va a sbattere contro il muro di giocatori più solidi ora, di quando avevano una società dietro alle spalle. Il Parma retrocede sul campo, mentre la squadra ligure dovrebbe essere in Europa League per l’estromissione dei cugini del Genova, che alcuni mesi fa avevano rinunciato a mandare la documentazione completa per ottenere la licenza Uefa.

Il Parma termina il campionato, ma non le sue partite che, dall’erba verde si trasferiscono nell’aula di un tribunale. La data fissata per conoscere l’esito di quelli che sono dei personalissimi play-out è il 9 giugno. In base all’esito di quell’asta si saprà se esistono compratori interessati a subentrare al club.

La partita. Un risultato tutto sommato giusto, giocato in un clima in cui si guardava, per entrambe le squadre, più alle decisioni teniche che a quelle tattiche (licenza Uefa e asta per il titolo sportivo). La Samp a fare da lepre e il Parma a inseguire con la forza del carattere e grazie all’enensima buona prestazione di Mauri. I doriano passano all’inizio del secondo tempo con Romagnoli, siamo all’8°, ma alla mezzora si fanno riprendere da Palladino. Neanche 5 minuti e De Silvestri (il migliore in campo), segna il punto che potrebbe chiudere una partita il cui risultato a questo punto – pareggio o vittoria – non avrebbe cambiato nulla. Ma ecco a due minuti dal termine il timbro di Varela che saluta così la sua incredibile avventura sportiva dopo essere stato acquistato dagli albanesi in gennaio.

Saluta anche Mihajlovic, forse un pò ingiustamente criticato dai tifosi, che non hanno mancato di sottolineare con qualche fischio la fine del feeling con l’allenatore serbo. Saluta anche Donadoni, che ha dato l’esempio che un altro calcio è possibile. Speriamo che ci sia posto per lui nella serie A che conta e che per una volta venga premiata professionalità e serietà. Speriamo.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *