5 Novembre 2015

Studenti più bravi? Marconi, Romagnosi e Bertolucci

Studenti più bravi? Marconi, Romagnosi e Bertolucci

Il Miur pubblica il rapporto di autovalutazione delle scuole. Dalla didattica ai servizi, dal personale agli studenti: on line tutti i dati delle scuole di Parma, e non solo


Basta andare sul sito del Miur e cliccare su Scuola in Chiaro per poter avere tutte le informazioni delle scuole italiane, in città e in provincia, divise tra scuola dell’infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di I grado, scuola secondaria di II grado e centro di formazione professionale. Esiti degli scrutini e degli Esami di Stato, risultati delle prove Invalsi, informazioni sulla prosecuzione negli studi o nel mondo del lavoro degli studenti diplomati, caratteristiche del dirigente scolastico (anni di esperienza, tempo di permanenza nella scuola), caratteristiche del corpo insegnante (dall’età media dei docenti alla tipologia di contratto prevalente), informazioni dettagliate sull’organizzazione del curricolo e della progettazione didattica. Tutto a portata di click.

Particolarmente interessanti sono i dati relativi ai risultati dei test Invalsi, quei test, uguali in tutte le scuole d’Italia, che misurano i livelli di apprendimento di italiano e matematica. Prendendo in esame le scuole superiori di Parma, il liceo Romagnosi risulta primo nella prova di italiano, con un punteggio di 81,6 punti, seguito dal liceo Marconi (80,4 punti) e dal liceo Bertolucci (78,2 punti). A seguire, i licei Ulivi, Toschi, Sanvitale, l’istituto tecnico Bocchialini, l’Itis Leonardo Da Vinci, l’istituto per geometri Rondani, l’istituto tecnico Bodoni e l’Ipsia Primo Levi. Il risultato medio della prova di italiano in Emilia-Romagna è di 68,5 punti, mentre in Italia è pari a 65,3.
In matematica invece, i più bravi sono gli studenti del liceo Marconi con 64,4 punti, seguiti dai colleghi del liceo Bertolucci (63,9 punti) e da quelli del Romagnosi (55,7 punti). A seguire, il Rondani, l’Itis Leonardo Da Vinci, l’Ulivi, il Bocchialini, il Bodoni, il Toschi, il Sanvitale e l’Ipsia Primo Levi. Il risultato medio della prova di matematica in Emilia-Romagna è di 52,6 punti, mentre in Italia è pari a 49,2.

“Questa è una giornata straordinaria per il nostro Paese – ha sottolineato il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini – .Le scuole hanno dato prova di grande maturità e responsabilità mettendo in trasparenza i propri dati. Siamo di fronte ad uno strumento potente che ci porta all’avanguardia in Europa. In un anno è stato fatto un lavoro enorme, che mette nelle mani di dirigenti, docenti, cittadini e genitori importanti elementi di analisi del sistema di istruzione. Trasparenza e responsabilità non sono più un tabù, ma un dato di fatto”.

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *