12 Ottobre 2015

Il Comune fa cassa? Dal 19 un altro autovelox fisso

Da / 4 anni fa / Città / 1 Comment
Il Comune fa cassa? Dal 19 un altro autovelox fisso

Una nuova postazione di controllo della velocità in strada Traversetolo in località Marano, limite i 90Km orari. Nel bilancio 2015 previsti 10 milioni dalle multe


Troppi incidenti, 28 dal 2012 in quel tratto e così il Comune decide per prevenzione di installare un  nuovo autovelox fisso in via Traversetolo, località Marano, che invierà a casa una multa a chiunque supererà i 90 Km orari.

IL Comune di Parma nel bilancio previsionale del 2015 ha inserito “solo” 10 milioni di euro di incassi derivanti dalle multe, si tratta di una cifra probabilmente destinata a crescere e a “rimediare” al calo dello scorso anno, considerando che nel 2014 il Comune ha incassato 10,7 milioni e nel 2013 ben 14,8 milioni di euro (erano invece 9 milioni di euro nel 2012, quando la Giunta si è insediata).

Si tratta di scelte che, come dimostrano i due velox in tangenziale, hanno un impatto considerevole in termini di incassi per la pubblica amministrazione. Per questo esiste il dubbio che scelte di questo tipo abbiano valenze ambivalenti. L’Assessore Casa ha comunque sempre dichiarato che tutti gli introiti vengono destinati a progetti di prevenzione e che le postazioni fisse hanno finalità esclusivamente preventive.

“L’installazione è avvenuta dopo l’osservazione dei dati sulla incidentalità e la relativa analisi da parte dell’osservatorio sulla sicurezza della Prefettura di Parma che ha avvallato l’installazione dello strumento di controllo della velocità in località Marano (nei pressi del parco). Dai dati in possesso delle forze di polizia stradale, risulta infatti che solo in quel breve tratto di strada indicato dal decreto prefettizio, nel quale è collocato lo strumento di rilevazione della velocità, dal 2012 ad oggi sono stati rilevati 28 incidenti di cui 23 con feriti. Quel tratto della S.P. 513 è assoggettato al limite di velocità di 90 km/h ed insiste su un tratto compreso dal decreto Prefettizio in base alle caratteristiche della strada, alla pericolosità della stessa ed in quanto teatro di numerosi incidenti gravi”, si legge nel comunicato del Comune

Nei giorni scorsi la strumentazione, regolarmente omologata dal Ministero  delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stata collaudata ed ora è pronta per l’utilizzo. In questi primi giorni però non scatteranno ancora le violazioni per poter effettuare i relativi test di funzionamento in modalità provvisoria sia con il flash disattivato che con il flash attivato.

L’avvio definitivo è previsto per il prossimo lunedì 19 ottobre dalle 8,00, data da cui scatteranno le violazioni per coloro che non rispetteranno i limiti. L’installazione di questi strumenti elettronici permette un controllo del territorio per tutte le 24 ore della giornata ed inoltre consente un recupero di energie e di risorse umane da parte delle forze di polizia che possono essere destinate anche ad altre zone della Città. Non dimentichiamo che questi dispositivi consentono anche di verificare in modalità remota anche l’eventuale assenza di copertura assicurativa dell’auto che viene utilizzata e quindi un controllo a 360 gradi”.

One Comment

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *