17 Gennaio 2018

Hospital Piccole Figlie, laserterapia di ultima generazione per i trattamenti anti-dolore

Hospital Piccole Figlie, laserterapia di ultima generazione per i trattamenti anti-dolore

Uno strumento che era stato danneggiato dall’alluvione e ora ripristinato. I campi di applicazione vanno dalle patologie dolorose muscolo-tendinee a quelle osteo-articolari acute e croniche


Hospital Piccole Figlie si è dotata di uno strumento laser di ultima generazione per aumentare l’efficacia dei trattamenti anti-dolorifici.

La Laserterapia era già tra i servizi offerti ai pazienti, purtroppo interrotta a causa dell’alluvione che danneggiò gravemente anche questo apparecchio. Ora, con il trasferimento del Centro di diagnosi e cura del dolore Hope nella nuova palazzina dei poliambulatori, si rinnova la dotazione con strumenti all’avanguardia.

Il nuovo laser permette l’applicazione del fascio luminoso direttamente nella zona del trattamento, con grande precisione, esplicando con efficacia l’azione terapeutica, sia di stimolo rigenerativo nella patologia cronica, sia di risoluzione dell’infiammazione nelle patologie acute o delle sindromi dolorose articolari.

«Questo nuovo Laser (I-Tech LA 8000) – spiega il fisiatra Massimiliano Sacchelli – permette una grande precisione nell’applicazione del fascio laser sui distretti corporei interessati, trattando anche aree corporee molto piccole. Permette inoltre, grazie ad una tecnologia di ultima generazione e a un fascio ad alta potenza, di trattare tessuti profondi che non vengono raggiunti con altri tipi di Laser.

I campi di applicazione sono svariati: patologie dolorose muscolo-tendinee e osteo-articolari acute e croniche, soprattutto se localizzate: lombalgie, cervicalgie, tendiniti, borsiti, artrosi localizzate (ginocchio, piedi, mani), metatarsalgie, epicondiliti».

«Ha un’applicazione importante anche nella patologia traumatica e da sovraccarico dello sportivo: – aggiunge Sacchelli – si può utilizzare infatti nell’immediato post-trauma ma anche in tutte quelle sindromi dolorose dello sportivo che non hanno avuto miglioramenti con altri trattamenti; si può integrare con altre terapie riabilitative e aiutare così il recupero funzionale».

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *