15 novembre 2016

Guida Michelin: premiati al Regio gli chef stellati 2017

Da / 2 anni fa / news / Nessun commento
Guida Michelin: premiati al Regio gli chef stellati 2017

Durante la cerimonia di stamattina il sindaco Federico Pizzarotti ha annunciato l’idea di creare a Parma un Museo Nazionale della Gastronomia.


“Il futuro che ci attende è impegnativo, dovremo continuare a organizzare eventi. Abbiamo avuto festival che parlano di cibo. Ora vorremmo creare un Museo Nazionale della Gastronomia a Parma, coinvolgendo non solo le realtà locali, ma anche nazionali”. Così Federico Pizzarotti parla durante la presentazione della Guida Michelin 2017, ospitata proprio stamattina, martedì 15 novembre, dal Teatro Regio.

Michelin, infatti, esce per la prima volta da Milano, e sceglie Parma per incoronare gli chef stellati 2017. Un’occasione speciale per la Città Creativa Unesco per la Gastronomia, che ha visto riuniti circa 150 giornalisti, tra italiani ed esteri.

Il sindaco spiega che il progetto è ancora in fase di studio e valutazione, ma si dice assolutamente convito della necessità di fare qualcosa per valorizzare Parma, la sua storia e il suo valore gastronomico. Ottimista si mostra anche l’assessore Cristiano Casa. “Vogliamo che Parma diventi una meta turistica per il mercato legato al settore enogastronomico – spiega. – Abbiamo eccellenze fantastiche da promuovere”.

L’Italia si riconferma al secondo posto per ristoranti stellati, dopo la capolista Francia, con un totale di 343 ristoranti premiati – di cui 294 a una stella, 41 a due stelle e 8 a tre stelle. Nessuna new entry per le tre stelle, dove vengono riconfermati i ristoranti precedentemente eletti – Piazza Duomo ad Alba, Da Vittorio a Brusaporto, Dal Pescatore a Canneto Sull’Oglio, Reale a Castel di Sangro, Enoteca Pinchiorri a Firenze, Osteria Francescana a Modena, La Pergola a Roma e Le Calandre a Rubano – mentre cinque sono i nuovi locali a cui vengono riconosciute le due stelle, e 28 quelli che dimostrano meritarsene una.

Non bene vanno, però, le cose al ristorante Tramezzo di Parma, che perde la stella fin ora avuta. Mentre in Emilia Romagna vengono riconfermate le tre stelle a Massimo Bottura e alla sua Osteria Francescana di Modena.

Sono quattro, invece, i ristoranti stellati nel parmense. Una stella – sinonimo di cucina di qualità – per Parizzi, in strada della Repubblica, e per Inkiostro. In provincia si confermano l’Antica corte Pallavicina dello chef Massimo Spigaroli, a Polesine Parmense, e la Stella d’oro a Soragna.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *