26 settembre 2016

Grillo spinge Pizzarotti verso una Lista Civica

Grillo spinge Pizzarotti verso una Lista Civica

La paura del comico di una sconfitta elettorale a Parma che, dopo Roma, non può permettersi. La fine era nota, ora il nuovo regolamento del M5S spiega anche il perché


La notizia che il popolo grillino ha accolto con entusiasmo e passione è stato un colpo mortale alle ambizioni politiche di Federico Pizzarotti e il bivio che aveva fino a quel momento davanti a sé si è tramutato in una stretta strada cittadina. Quando Grillo ha annunciato di “essere tornato per fare il leader politico del Movimento, dedicandosi a tempo pieno alla causa delle elezioni politiche del 2018”, il sindaco di Parma deve aver avuto un brivido alla schiena, comprendendo che in quel momento la sua carriera politica con il M5S era giunta al capolinea. In quel momento il problema di non aver potuto installare il suo gazebo in terra di Sicilia deve essere evaporato in un istante. Mentre è diventata evidente la distanza tra la gente del Movimento e il dissidente ignorato dai vertici.

Grillo è infatti il peggior nemico di Pizzarotti e fino a quando si trattava di duellare con i sottoposti, un lumino di speranza, nella testa del sindaco, sembrava essere rimasto acceso. Ma dopo Palermo è sceso definitivamente il buio, perché avere contro il Lider Maximo pentastellato, significa essere fuori dal Movimento e trovare il modo per farlo è solo un dettaglio per chi inventa regole e regolamenti nuovi ogni settimana, in nome del cambiamento, trovando milioni di persone pronte a seguirlo.

La fine era nota, non le modalità, che sono state rese evidenti con la presentazione della bozza del regolamento che prevede due ipotesi: una con il mantenimento delle espulsioni e una senza (consultazione resa necessaria dopo il pronunciamento dei giudici di Napoli sull’illegittimità di alcune radiazioni). La sola differenza è che nel primo caso la sospensione durerebbe 12 mesi, nel secondo 24. Il tempo necessario, comunque, per non autorizzare Pizzarotti ad usare il simbolo del M5S alle prossime amministrative, obbligandolo a tentare la strada, ancora più in salita, del secondo mandato con una lista civica.

Ma cosa teme veramente Beppe Grillo, oltre a nutrire probabilmente una sincera diffidenza verso Federico Pizzarotti, che sfiora il fastidio da quando il sindaco di Parma ha minacciato cause in tribunale? Cosa lo ha portato ad ignorarlo da alcuni anni e a volerlo colpire alla prima occasione lasciando “tra color che son sospesi”?

Grillo, soprattutto dopo Roma, ha paura di un clamoroso flop elettorale, di una sconfitta del primo sindaco pentastellato dopo cinque anni di amministrazione. E per questo, quando ha iniziato a percepire che qualcosa non stava funzionando tra i cittadini e il loro prescelto, ha subito cercato di mettere in atto un piano d’emergenza. Il troppo giovane M5S non può permettersi di perdere le elezioni del primo Comune, della propria Stalingrado. E così, come a Roma, ha iniziato presto a prenderne le distanze e da “è inutile spiegare se non hai capito già”, si è arrivati alla sospensione e ora al negare l’utilizzo del simbolo alle elezioni.

Non è ancora chiaro se il comico vorrà mettere contro al suo ex-sindaco un candidato del M5S o se, sarà un signore e lo lascerà al suo destino. Ma anche in questo caso, probabilmente, prevarranno valutazioni di opportunità politica.

“Ecco tutte le promesse non mantenute da Pizzarotti”

Dall’Olio Pd: “Tagli agli asili, i mancati bandi con Iren e l’Inceneritore, le bugie sul debito del Comune, aree verdi ridotte e nessun impegno contro l’inquinamento. Ma cosa potevamo aspettarci da una lista che ha avuto 2000 preferenze”

0 comments

Di Battista su Pizzarotti: “Eh, mi dispiace per lui. Pace a lui”

Così Alessandro Di Battista rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano dell’assenza a ‘Italia Cinque Stelle’. Lo status del sindaco di Parma passerà da sospeso a decaduto

0 comments

Pizzarotti, ancora rifiutato, attacca: “Grillo garante del nulla”

Negata al M5S di Parma la possibilità di mettere il proprio gazebo alla manifestazione di Palermo Italia 5 Stelle

0 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *