12 Aprile 2018

“Grillo come la mamma di Psycho… mummificato da Di Maio e Casaleggio”

“Grillo come la mamma di Psycho… mummificato da Di Maio e Casaleggio”

Il Sindaco si rivolge al capo politico del Movimento: “Ormai è diventato un partito personale, mi aspetto di tutto da lui”. Intanto al Quirinale si fa strada l’ipotesi di un preincarico per il duo Di Miaio-Salvini


Il dente avvelenato nei confronti dei propri ex compagni di movimento resta, soprattutto quando le notizie di un avvicinamento alla Lega per creare il prossimo Governo si fanno pressanti. Pizzarotti non le ha mandate a dire sia all’indirizzo del capo politico dei Cinque Stelle  – “Io ormai mi aspetto di tutto da Di Maio: per loro basta mettere a punto solo una strategia comunicativa efficace e possono giustificare tutto”, sia nei confronti del suo ex partito, una forza “che ormai non ha più nulla di quello che ho conosciuto io” dice il Sindaco interpellato dal giornalista Massimo Giannini nella trasmissione di Radio Capital “Circo Massimo”. “Ormai è diventato il partito personale di Di Maio – è la critica di Pizzarotti – Se riusciranno a fare il governo? Lo sa solo il loro capo politico: decide tutto lui. In questi anni il Pd è stato demonizzato: per il militante del Movimento è peggio il Pd che la Lega. Salvini non è mai stato il nemico pubblico numero uno. Mi aspettavo un minimo di ribellione dalla base: invece ogni cosa che viene decisa dall’alto viene immediatamente assimilata. La linea è ormai solo creare consenso: non più solo rivolgendosi ai cittadini ma anche agli apparati, alle associazioni”. Pizzarotti conclude rivolgendo un pensiero allo stesso Grillo: “Il fondatore del Movimento non c’è più dal 2014. E’ come la mamma di Psycho…sta lì mummificato, viene tirato fuori quando serve a Casaleggio e Di Maio”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *