11 Luglio 2019

Bambini a coppie omosessuali: SI per i legali, NO per la procura

Bambini a coppie omosessuali: SI per i legali, NO per la procura

Gli avvocati contro il ministero dell’Interno: “La politica è entrata a gamba tesa in un procedimento civile”


Il sindaco Pizzarotti, qualche mese fa, ha riconosciuto tre coppia di donne in quanto genitori ma la questione non è mai stata definitivamente archiviata. La procura, infatti, aveva subito chiesto la revoca, trovando però l’opposizione del tribunale. Pertanto la stessa procura ha deciso di fare ricorso in Corte d’Appello.

Intanto i legali di una delle coppie fanno presente che “i genitori sono coloro che assumono i diritti e i doveri di istruzione, mantenimento e assistenza nei confronti del figlio e questo vale anche quando un minore sia accudito da due persone dello stesso sesso”.

Gli avvocati spiegano, infatti, che se venisse accettata una revoca del riconoscimento la bambina ne sarebbe penalizzata. Inoltre criticano il fatto che il ministero dell’Interno sia intervenuto a sostegno delle argomentazioni della procura: “La politica è entrata a gamba tesa in un procedimento civile”.

 

 

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *