23 Marzo 2017

Con VisLab il futuro dell’auto intelligente è a Parma

Da / 2 anni fa / news / Nessun commento
Con VisLab il futuro dell’auto intelligente è a Parma

Folli: “Nei prossimi 10 anni l’obbiettivo e il 50 % di persone che si spostano con mezzi privati ed il 50 % che fanno ricorso alla mobilità sostenibile: pedoni, bici e trasporto pubblico”


“Il futuro dell’auto intelligente a Parma. Tecnologie all’avanguardia di guida senza pilota in ambiente urbano” è stato il tema affrontato questa mattina nel corso di un importante convegno promosso dall’assessorato alla mobilità del Comune di Parma che ha visto la partecipazione di importanti relatori ed esperti nazionali ed internazionali. Le ricadute dell’utilizzo e dello sviluppo di auto intelligenti interessano, in modo trasversale, diversi ambiti: le nuove tecnologie, infatti, possono migliorare la sicurezza stradale, il settore dei trasporti, concorre alla riduzione delle emissioni inquinanti, avere importanti risvolti in tema di cambiamenti climatici, di gestione del traffico ed anche in tema di sviluppo industriale e di investimenti in questo settore. Trasporti e mobilità saranno, quindi, interessati da cambiamenti, in futuro, legati a questo settore. Lo hanno rimarcato nei rispettivi interventi introduttivi il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e il rettore dell’Università degli Studi di Parma, Loris Borghi.

Gabriele Folli, assessore alla mobilità del Comune di Parma, ha incentrato il proprio intervento sulla recente approvazione del PUMS – Piano urbano della mobilità sostenibile – uno strumento di programmazione della mobilità che inciderà notevolmente nei prossimi anni sulla città di Parma. E’ il secondo PUMS ad essere stato approvato a livello nazionale ed il primo ad avere ottenuto dalla Regione la Valutazione Ambientale Strategica. Il percorso che ha portato alla sua approvazione è stato lungo e partecipato ed ha visto il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse dalla città.

La prospettiva tra 10 anni , ha spiegato Folli, è di arrivare al 50 % di persone che si spostano con mezzi privati ed al 50 % di persone che fanno ricorso alla mobilità sostenibile: pedoni, bici e trasporto pubblico. Nel prossimo futuro l’impegno previsto dal PUMS è quello di raddoppiare la mobilità ciclabile, di mettere in sicurezza i percorsi esistenti, di promuovere l’intermodalità e di prevedere investimenti sulla flotta degli autobus, su bus elettrici, su interventi infrastrutturali come il completamento della tangenziale ad est e nel miglioramento dei collegamenti con le frazioni; prevedendo anche l’implementazione delle Zone 30, lo sviluppo della mobilità elettrica ed un potenziamento dell’informazione in tema di mobilità.

Alberto Broggi, General Manager di VisLab (spin off che si occupa della progettazione di macchine auto pilotate fondata nell’Università di Parma),  si è invece soffermato sull’eccellenza parmigiana della compagnia ed ha ricordato come la corsa in tema di auto intelligenti in ambito industriale e privato sia una competizione a livello planetario con ricadute notevoli sui territori. Ha parlato della storia di VisLab del gruppo di ricerca nato in ambito universitario ed oggi indipendente, anche se legato a Unirpr, ed alla join venture con l’azienda californiana Ambarella, società americana leader mondiale nelle tecnologie di video-controllo, oltre che tracciare i futuri scenari dell’auto intelligente.

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *