19 Marzo 2019

Ingoia 200 pastiglie di Xanax: salvato da un’amica

Ingoia 200 pastiglie di Xanax: salvato da un’amica

Un parmigiano tenta il suicidio nella sua abitazione in Via Sidoli e prima di farlo manda un messaggio a un’amica: la donna, preoccupata, allerta la Polizia che fa in tempo a salvarlo


Ieri, verso le 22, la Polizia ha ricevuto una chiamata dal reparto di psichiatria dell’Ospedale Maggiore. Ma la chiamata non riguardava nessuno all’interno dell’ospedale, bensì un parmigiano di 33 anni residente in Via Sidoli.
L’uomo ha tentato il suicidio ingerendo 200 pastiglie di Xanax e altri psicofarmaci, dopo aver mandato un messaggio alla sua amica ricoverata in psichiatria; è stata proprio lei ad allertare subito la Polizia che si è precipitata nell’abitazione del 33enne. A farli entrare è stato l’uomo stesso, in forte stato di agitazione e che ha accusato un malore subito dopo. A questo punto la Polizia ha chiamato l’Ambulanza che lo ha portato al Pronto Soccorso, dove è stata eseguita la disintossicazione.
Il paziente è ancora in prognosi riservata, ma parrebbe fuori pericolo. Agli agenti avrebbe detto che il gesto è stato causato da una delusione sentimentale.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *