22 Dicembre 2017

Froneri chiude. Incentivo economico ai lavoratori licenziati

Froneri chiude. Incentivo economico ai lavoratori licenziati

Siglato un accordo sindacale, non ci sia opposizione al licenziamento. L’azienda: “Ora investiremo a Frosinone”


Dopo una vertenza di due mesi la crisi della Froneri (ex Nestlé) di Parma arriva al capolinea: il sito chiude e i per i lavoratori licenziati, 112 della sede di Parma e 8 di Milano, avranno un incentivo economico.

Questo è quanto emerso dal tavolo di salvaguardia occupazionale, svoltosi giovedì pomeriggio a Roma nella sede del Ministero dello Sviluppo economico dove azienda e lavoratori hanno siglato un accordo. All’incontro hanno preso parte – oltre i dirigenti del Ministero dello Sviluppo economico e del ministero del Lavoro – i vertici della Froneri Italy Srl, i sindacati di categoria nazionali e territoriali, i rappresentanti della Regione e del Comune di Parma.

“Purtroppo oggi registriamo la drammatica perdita di un importante sito produttivo. Dopo l’esito della vertenza, il nostro impegno- ha commentato l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi– si concentrerà nell’accompagnare i lavoratori a una nuova collocazione. E lo faremo mettendo a disposizione tutti gli strumenti di politiche attive del lavoro di cui dispone la Regione. Assieme al Comune di Parma lavoreremo per coinvolgere il tessuto imprenditoriale e associativo, in primis Unione Industriale Parma, per creare le sinergie necessarie per trovare un lavoro a chi l’ha perso”.

“Con questo atteggiamento inspiegabile la Froneri -ha aggiunto il sindaco di Parma Federico Pizzarotti –  ha creato un danno al territorio di Parma, ma peggio ancora ha messo 120 onesti lavoratori in seria difficoltà. Per quanto ci riguarda noi siamo dalla parte dei lavoratori Froneri, e collaboreremo con la Regione al fine di trovare per loro una nuova collocazione”.

L’accordo prevede che alle risoluzioni dei rapporti di lavoro non ci sia opposizione al licenziamento: l’azienda corrisponderà a ogni lavoratore licenziato un incentivo economico, a titolo di incentivo all’esodo, in aggiunta all’indennità sostitutiva del preavviso di licenziamento.

Questa la nota della proprietà: “È stato raggiunto un accordo tra Froneri Italy e tutte le organizzazioni sindacali coinvolte nella vertenza riguardante il sito di Parma. Un risultato positivo, che l’azienda vede con grande soddisfazione, arrivato a conclusione di un iter di confronto complesso durato tutto il tempo previsto dalla normativa in materia di licenziamento collettivo. L’accordo prevede l’erogazione di un sostegno di natura economica e un percorso a fini di outplacement a beneficio di tutti i 120 dipendenti interessati dalla chiusura del sito di Parma. Grazie alla conclusione della vertenza, Froneri Italy può ora intensificare il programma finalizzato agli investimenti nel sito produttivo di Ferentino (Frosinone), coerentemente con la scelta di impegno sul mercato italiano più volte dichiarata negli ultimi mesi. Al fine di perseguire una logica di sviluppo del territorio nell’area di Frosinone e qualificarsi sempre più come punto di riferimento per la crescita economica della zona, Froneri intende avviare partnership con alcuni Atenei del Lazio volte a sviluppare progetti per la valorizzazione delle risorse umane del territorio”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *