3 maggio 2017

Food “made in Italy”: Parma terzo maggior esportatore all’estero

Food “made in Italy”: Parma terzo maggior esportatore all’estero

La nostra città al terzo posto con un valore di 1,6 miliardi di euro. Lo dicono i dati elaborati dalla Camera di commercio di Milano


Secondo i dati elaborati dalla Camera di commercio di Milano e Coldiretti il settore food “made in Italy” vale nel mondo 38 miliardi di euro all’anno e cresce del 3,5%. Questi dati, insieme alla mappa “L’agroalimentare italiano nel mondo”, realizzata dalla Camera di commercio di Milano e Coldiretti, con Promos, azienda speciale della Camera di commercio per le Attività Internazionali, arrivano nella settimana di “Milano FoodCity” evento che dal 4 all’11 maggio, con oltre 320 eventi, promuoverà la cultura del cibo italiano della sana alimentazione.

E’ stato rilevato, inoltre, su dati Istat riferiti agli anni 2015-2016 che Parma è la terza città italiana maggior esportatrice di prodotti “made in Italy” nel mondo. Con un valore di 1,6 miliardi di euro, la nostra città si posiziona dietro solamente a Verona (2,9 miliardi) e Cuneo (2,5 miliardi), mentre dopo Parma troviamo Bolzano, Milano e Salerno.

Dai dati Istat, si nota come i prodotti “made in Italy” maggiormente esportati siano cioccolato, tè, caffè, spezie e piatti pronti con un valore di 6,2 miliardi di euro, seguiti dai vini con 5,6 miliardi di euro, mentre dopo troviamo pane, pasta e farinacei con 3,6 miliardi di euro. Grande importanza per l’export hanno anche frutta e ortaggi lavorati e conservati, uva e agrumi con 3,4 miliardi di euro. I paesi più raggiunti dai prodotti agroalimentari italiani sono Germania, Francia, Stati Uniti, Regno Unito e Svizzera, ma non solo. i prodotti esportati arrivano anche in paesi più lontani come Giappone Cina, Canada, Australia e Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati. *