9 Ottobre 2019

Fontevivo, Fiazza: “aiuti a chi mette su famiglia da noi”

Da / 2 settimane fa / Provincia / Nessun commento
Fontevivo, Fiazza: “aiuti a chi mette su famiglia da noi”

Il sindaco leghista offre una misura di sostegno rivolta alle coppie italiane, perché “spesso ai cittadini stranieri nessuno chiede di documentare le proprietà nel paese d’origine”


Tommaso Fiazza, il sindaco ventenne di Fontevivo, un piccolo paese vicino Parma di circa sei mila abitanti, ha stabilito che la sua Amministrazione erogherà un contributo a favore di nuclei familiari composti da giovani coppie con figli minori, a sostegno della spesa relativa alla contrazione di mutuo ipotecario per la costruzione, l’acquisto o la riqualificazione della casa di abitazione.

Tra i requisiti un ISEE che non deve essere superiore ai 28 mila euro e che gli adulti coniugati o conviventi, richiedenti il contributo, dovranno avere un’età tale che sommata non superi i 70 anni.

“Voglio che il nostro Comune sia attrattivo per le giovani coppie che fanno figli. Per questo ho deciso di aiutare a pagare il mutuo a chi mette su famiglia a Fontevivo. Le belle parole e pacche sulle spalle non bastano se le giovani coppie italiane finiscono sempre dopo gli stranieri in tutte le graduatorie. Ci vogliono fatti concreti, a partire dal diritto alla casa e da veri incentivi alla natalità” dichiara il primo cittadino.

Facendo riferimento alle coppie straniere, dichiara: “Spesso i cittadini stranieri finiscono in cima alle graduatorie perché nessuno gli chiede di documentare le proprietà nel paese d’origine in questo modo passano davanti alle famiglie italiane che la casa non ce l’hanno per niente. Per quale motivo qualcuno dovrebbe ricevere aiuti per la prima casa se ha un’altra casa altrove? Di solito Comuni e Regioni si accontentano delle autocertificazioni, noi no. Le risorse sono limitate e come sindaco la mia priorità è dare risposte concrete alla mia comunità”.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *