15 Settembre 2019

Il Parma cade in casa dopo oltre 100 minuti di gioco

Il Parma cade in casa dopo oltre 100 minuti di gioco

Finisce 1 a 3 per il cagliari, doppietta di Ceppitelli, accorcia Barillà, ma la chiude Simeone. Gol annullati ad Alves e a Joao Pedro, non concesso un rigore ai gialloblu per un mani di Klavan


Un Parma che sembra essere più convincente del Cagliari, ma già nel primo tempo va sotto due volte e nonostante riesca ad accorciare le distanze, non riprenderà più il controllo della partita, anzi arriva a subire anche la tersa rete che chiude il match. E così il Cagliari espugna il Tardini. Gli ospiti passano in vantaggio al 23′ con Ceppitelli, che raddoppia di testa al 39′.  Nella ripresa Barillà accorcia su assist di Darmian. Olsen salva su Gervinho poi Simeone firma il 3-1. Nel finale protagonista il Var che concede dodici minuti di recupero. Tutto succede dopo un rigore prima assegnato nel finale al Parma e poi revocato al termine di un lunghissimo check con il Var da parte dell’arbitro Pasqua. Il recupero poi aumenta ancora quando l’arbitro ha annullato il 4-1 di Joao Pedro del Cagliari, ravvisando un fallo dell’attaccante.
Il primo episodio incriminato all’87’: un tocco di mano di Klavan in un contrasto con Cornelius, nell’area del Cagliari.
Prima il direttore di gara ha assegnato il penalty, poi è rimasto a lungo in contatto con il Var e infine è andato a rivedere l’azione, giudicando evidentemente regolare il tocco. Poi al 95′ la rete di Joao Pedro, inizialmente convalidata e poi annullata dopo aver rivisto l’azione, e giudicando falloso l’intervento del rossoblù su Gagliolo. Finisce 3 a 1, per il Parma è una brutta battuta d’arresto, dopo la vittoria a Udine.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked. *